Pubblicato il

poker_online_7.jpgSiamo nel secondo giorno della decima edizione della conferenza annuale dell'EiG, la European iGaming Congress&Expo, che si sta svolgendo per la prima volta in Italia. Tra gli argomenti affrontati anche quello della tutela dei giocatori.


 
Uno degli argomenti che ha visto più interventi all'EiG è stato sicuramente quello della tutela dei giocatori di poker online. Tante le personalità del settore intervenuti, tra questi Enrico Rusi, Web Operation Director di Cogetech, che ha dichiarato:

"L'introduzione del protocollo PGAD ha ridotto il rischio delle frodi nel poker online. In particolare, sembrano quasi scomparsi i tentativi di collusion e di money dumping tra giocatori, fenomeni che prima dell'adozione del nuovo protocollo erano frequenti. In qualche caso tuttavia si registrano ancora tentativi di furto di identità".


poker_online_8.jpg

La sicurezza del giocatore è un aspetto primario del poker online


A confermare questo andamento anche Francesco Rodano, direttore del gioco on line per l'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato:

"In Italia fino al 2008 avevamo solo le scommesse sportive, solo dopo sono arrivati i casinò (nel 2011) e il poker online (nel 2008 i tornei, nel 2011 il cash). Ora noi siamo all'avanguardia, con stati come Francia e Belgio che invece stanno ancora decidendo in che modo mettere mano alla regolamentazione. Fino al 2005 eravamo molto chiusi a riccio e insofferenti verso l'autorità europea, nella cui commissione c'era McCreevy, e a Bruxelles alcuni spingevano per il mutuo riconoscimento, ovvero l'opposto di quello che stavamo facendo noi.

Poi dal 2006 l'atteggiamento è cambiato. Abbiamo cominciato a parlare con i servizi dell'UE avviando un dialogo costruttivo: noi abbiamo capito cosa dovevamo cambiare, loro hanno compreso le nostre esigenze. Ora c'è un dialogo quotidiano e siamo compatibili. Tuteliamo e proteggiamo i consumatori, riceviamo spesso telefonate di persone che non riescono a riscuotere le vincite on line. Al momento ci sono circa 150 operatori con licenza per l'on line ed altri 30 in arrivo.

Noi siamo sempre disposti al dialogo con loro e con i nuovi operatori. Da parte nostra c'è massima apertura e massima trasparenza, ogni mese pubblichiamo i dati ufficiali delle giocate, chi vuole inserirsi nel nostro mercato deve avere confrontarsi con noi
".


francesco_rodano.jpg

Francesco Rodano


Tanto l'ottimisco, come si legge su agicoscommesse, proposto dai relatori dell'EiG che giustamente godono del nuovo rilancio del poker online grazie soprattutto al poker cash game e all'arrivo di nuovi giochi come i casino online. A confermare gli enormi passi avanti fatti dal settore è anche Ewa Bakun, direttrice dell'evento che si sta svolgendo nella Fiera di Milano:

"Negli ultimi dieci anni abbiamo assistito alla crescita dell'industria dell'iGaming, da uno start up ad una matura e solida attività. E' da dieci anni che la EiG aiuta questo business e vogliamo celebrare il nostro anniversario a Milano, cuore del mercato di iGaming che più velocemente è cresciuto nell'ultimo periodo in Europa. Per il 2012 abbiamo grandi piani, come l'ICE Totally Gaming, il GiGSE World Regulatory Briefing, e ovviamente l'EiG che si terrà di nuovo a Milano".


final_table_SS_10genn.JPG

Il poker cash game ha portato nuova linfa al poker online


Segui i report sull'annuale conferenza di EiG (European iGaming Congress&Expo) su PIW.

Discuti questa e tutte le altre news sul Forum di PokerItaliaWeb. CLICCA QUI e lascia il tuo commento


Scritto da Giuseppe "Pidduv" Messineo


:bannerps200: