Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Dopo un super gennaio con incassi record, il poker cash game italiano torna sulla terra perdendo circa il 10% della raccolta. Dagli oltre 880 milioni del mese scorso si è passati, infatti, ai 795 milioni di febbraio, un brusco calo di ben 85 milioni di euro.


Tornano a diminuire quindi i giocatori che affollano i tavoli delle poker room italiane. Nel primo mese dell’anno il poker cash game aveva fatto segnare un incremento di ben 155 milioni rispetto al dato di dicembre 2011. A febbraio invece si torna a scendere è c'è il rischio di riprendere il brutto percorso intrapreso già tra ottobre e novembre con una perdita totale, negli ultimi tre mesi del 2011, di circa 183 milioni di euro.

Va detto però, che considerando soltanto la raccolta media per giorno, la contrazione a febbraio, rispetto a gennaio, è di solo il 3,8%. Dei 795 milioni di euro incassati circa 770 milioni sono tornati, sotto forma di vincite, ai giocatori, quindi come si legge su Agicoscommesse, la spesa reale è stata di circa 25 milioni. Pokerstars.it si conferma, ancora una volta, il maggiore operatore del segmento, con una raccolta di oltre 205 milioni (il 25,8% del totale).

Seguono Microgame con 170 milioni di euro di raccolta (21,4%), BwinParty con 113 milioni di euro (14,2%) e Lottomatica con 95 milioni di euro (11,9%). I primi quattro operatori, da soli, attraggono quasi tre quarti del mercato. Tra gli altri Sisal Poker raccoglie 38,3 milioni di euro (4,8%), Snai Poker 35,8 milioni (4,5%), Eurobet 27,2 milioni (3,4%), Cogetech 24,9 milioni (3,1%), Betclic 9,2 milioni (1,2%), Intralot 3 milioni (0,4%) e Merkur-Win 3,4 milioni (0,4%). Tutte le altre poker room del mercato italiano totalizzano una raccolta da circa 64 milioni di euro, l'8,1% della quota di mercato.


Per quanto riguarda il poker online in modalità torneo, la raccolta di febbraio ha portato ben 120 milioni di euro. Le vincite hanno superato i 105 milioni di euro, la spesa effettiva dei giocatori pertanto è stata inferiore a 15 milioni. Anche in questa specialiatà la poker room di PokerStars si conferma leader con 45,6 milioni di euro, il 38% del mercato, poco più distante Microgame con 26,5 milioni.