Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Brutte notizie, e purtroppo non è una novità, dal poker online italiano e più precisamente dal cash game. Anche a dicembre infatti la raccolta registra uno spaventoso calo di 174 milioni di euro, circa il 30%, rispetto ai dati del 2012.


Continua la debacle per poker cash game online italiano passato dai 594 milioni di euro raccolti a dicembre dello scorso anno ai 420 milioni di euro incassati a dicembre 2013. Numeri impietosi che confermano la crisi di un settore in grandi difficoltà ed entrato in un trend negativo destinato a proseguire ancora a lungo.


Forte calo anche per la spesa effettiva dei giocatori impegnati ai tavoli verdi virtuali passata dai 14,8 milioni del 2012 agli 11,2 milioni di euro del mese scorso.

Uno dei tavoli cash di PokerStarsNessuna crisi invece per la room di PokerStars, autentica dominatrice del mercato con una raccolta da ben 194,5 milioni di euro.

Seguono PokerClub di Lottomatica con 42,9 milioni, Bwin/Party con 38,9 milioni, Microgame con 32,8 milioni, Eurobet con 29,7 milioni, Snai con 23 milioni, Sisal Poker con 16,3 milioni, Betclic con 3,4 milioni, Intralot con 2,3 milioni, Scommettendo con 1,9 milioni e Merkur con 0,3 milioni du euro.

Con la fine di dicembre si chiude un anno veramente difficile per il poker online italiano, come dimostra il calo generale di oltre il 30% rispetto al 2012.


Un calo che sembra però sia destinato a continuare almeno che non si intervenga con una liberalizzazione forte del mercato e sopratutto con una liquidità internazionale in grado di fornire nuova linfa vitale grazie all'arrivo di altri bacini d'utenza.