Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Cristiano Blanco ha appena annunciato di aver vinto l'ennesima battaglia contro il fisco italiano. I giudici di secondo grado gli hanno dato ragione cancellando le 'folli' richieste emesse nei suoi confronti.


Altro aggiornamento sull'Operazione All In. Cristiano Blanco ha confermato, attraverso un post pubblicato sul suo account di Facebook, la notizia che lo vedeva vincente anche nel secondo grado di giudizio. I giudici si sono infatti espressi in favore dell'ex poker pro romano che oggi, più che mai, può finalmente festeggiare la fine di un incubo.

Ecco il post di Cristiano: "Aggiornamento sulla mi battaglia contro il fisco. I giudici di secondo grado si sono pronunciati sul mio caso. Ho vinto su tutta la linea.


Sono state cancellate tutte, e ripeto tutte, le pretese folli del fisco. Quindi siamo passati dai 588mila euro richiesti a zero! Ripeto, ZERO. Sia per le vincite EU, sia per le pretese sulle mie vincite extra UE. Unico lato negativo, nonostante le mie spese sostenute (tante decine di migliaia di euro) mi sono state riconosciuti solo 2 mila euro di rimborso.


Ovviamente non ci sto. Amici cari dell'agenzia delle entrate ci vediamo in Corte di Cassazione per le spese sostenute a brevissimo... e ancora prima in sede civile per i danni".

Continua quindi la guerra personale di Cristiano che vuole, a questo punto, anche il rimborso totale delle spese processuali. E del resto come dargli torto, visto che, nonostante fin dall'inizio la Comunità Europea gli aveva dato ragione, l'Agenzia delle Entrate si è comunque voluta impegnare in una lotta destinata al fallimento.