Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

La 'pratica' del multiaccount è uno degli argomenti che suscita più polemiche nei social. Noi di PIW abbiamo sentito un po' di regular del '.it' per sapere cosa ne pensano e come è possibile risolvere il problema.


Elias 'ilM1ssil3' Farina: "La questione multiaccount resterà purtroppo insoluta. Ci sono troppo incognite legate al gioco a distanza per raggiungere la certezza totale che il reale possessore dell'account sia quello che clicka sempre durante ogni sessione. Io però vorrei avanzare una proposta che mi sembra possa quantomeno arginare il fenomeno multiaccount... siccome chi viene bannato per motivi più o meno gravi ma col poker ci campa realisticamente, tenterà di aprire un altro account e, se ribannato, un altro e poi un altro a catena. Sarebbe utile a mio modo di vedere introdurre delle pene pecuniarie, relative alla gravità dell'infrazione commessa, da saldare per riavere a piena disposizione il proprio account.

Suppongo che piuttosto che cambiare pc e connessione il colpevole sia più invogliato a pagare per tornare a utilizzare il proprio account. Naturalmente questa è solo un'idea in stato embrionale, dal momento che bisognerebbe stabilire punti essenziali come l'entità di queste pene, l'aumento di pena se il colpevole è recidivo, e via dicendo. Ho usato il verbo 'arginare' perché chi vuole trarre vantaggio dall'usare più account nello stesso torneo per combinare truffe più o meno gravi purtroppo continuerà a farlo anche avendo a disposizione l'account a proprio nome. Per quanto riguarda la collusion, anche per questo fenomeno l'unica arma che si ha è denunciare al supporto ogniqualvolta si ha la sensazione di essere tirati in mezzo a qualcosa di sporco."

Eros Nastasi: "Purtroppo questa brutta 'moda', secondo me, non avrà mai fine! Onestamente non ho idea di come si possa risolvere il problema. C'è da fare un gran lavoro e non voglio entrare nel merito. Per questo ci sono degli addetti ai lavori più preparati di me e come ha già dimostrato più volte PokerStars, basta intervenire con fermezza e con qualche ban per dare dei segnali al movimento."

Gabriele 'Galb' Lepore: " Io spero nella liquidità condivisa, che se arriverà molto probabilmente ci permetterà di liberarci della tanta feccia che infesta il .it. Nel poker come nella vita chi non si adatta muore e così se alcune categorie che ora vivacchiano col poker, e con mezzucci più o meno tollerati, verranno completamente spazzati via (PER FORTUNA) credo che oltre ad avere un bacino più grande dove giocare, ci libereremo anche di tanti problemi."

Filippo '19JAHJAH92' Zanandrea: "Bisognerebbe bannare un bel po' di gente, almeno per i casi più eclatanti e per quelli già accertati. I multiaccount restano una grossa grana da risolvere, però credo che se PokerStars.it mettesse 2-3 entrate per tutti i tornei principali, come accade spesso nel '.com', ci sarebbero sicuramente meno casi sospetti."

Pasquale '1paco72' Plevano: "Il multiaccount e la collusion sono la vera piaga del poker. Penso che che le pene dovrebbero essere più severe, tipo sequestro dei fondi e nei casi acclarati il ban dovrebbe riguardare la totalità delle poker room italiane."

Alessandro 'zlale' Robuffo (foto sotto): "Non penso di dover essere io, o altri regular, a trovare la soluzione a questa piaga! Finché le punizioni non saranno esemplari, tutti saranno liberi di fare quello che vogliono! Poi ognuno ha una propria coscienza, se alcuni si svegliano sereni sapendo di vivere in una menzogna continua, beh... ben per loro. Io non ci riuscirei!"
Alessandro
Marco 'conilmionome' Pozzolini: "Per fortuna io sto lontano dai mondo dei tornei, dove accadono per la maggiore queste porcherie. Se gioco, lo faccio solo per i domenicali, tornei con un field vasto che non risentono troppo di queste pratiche. Di certo siamo in Italia e qui nel nostro paese si sa, la furberia va di pari passo con l'astuzia e spesso con la frode. La cosa che però mi da più fastidio è la tendenza a scusare chi froda. In realtà questi sono dei veri e proprio ladri, il problema è che non esiste una legge come in Inghilterra che li sbatta in galera."

Giovanni 'Juan100' Cantarutti: "Brutta storia! Certo che nel mondo del poker non si può pretendere che siano tutti santi, ma ho come la sensazione che il multiaccount e le varie forme di collusion non vengano percepite come vietate, illegali, negative, anzi, vengono fatte con tanta disinvoltura da ritenerle 'normali'. Credo quindi che si dovrebbe lavorare molto su questo, voglio dire che bisognerebbe parlarne di più e far percepire ai ragazzi che stanno facendo qualcosa di illegale, di rischioso e specialmente di molto negativo per l'intero movimento."

Sei pronto a giocare su BetFlag Poker? Scarica la sala dai nostri banner, registrati ed ottieni subito uno splendido bonus del 100% fino a ben 1.000 euro (versamento minimo 10 euro).