Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Abbiamo avuto il piacere di fare due 'chiacchiere' con uno dei volti storici del poker online italiano: Cristiano 'crisbus81' Guerra. Ecco cosa ci ha detto il talento romano...


Ciao Cristiano, bentornato su PIW. Allora, parliamo di poker online ed MTT. Nonostante non giochi più con la stessa frequenza di prima, ti vediamo spesso impegnato negli eventi domenicali. Evidentemente la passione è rimasta intatta nel tempo... o mi sbaglio?

Ciao Giuseppe, grazie dell'invito. Chiaramente il poker rimane sempre la mia passione. Ultimamente sto anche giocando un po' di più e cerco di essere sempre presente per le lunghe sessioni domenicali.

Molto è cambiato e soprattutto negli ultimi anni. Non ci sono più i pro di una volta, capaci di vincere cifre enormi nell'arco di una stagione, ma ci sono tantissimi regular in grado di guadagnare la 'pagnotta' attraverso un impegno costante e continuo. Insomma è cambiato il modo di giocare, in quantità e qualità, ma l'online resta comunque un punto di riferimento per tanti giovani. In questo senso, credi sia ancora giusto puntare sul giochino?

Com'era facilmente prevedibile c'è stato un calo dell'expected dovuto al fatto che molti dei 'fish' hanno finito i soldi e il livello generale si è alzato. Inoltre la contrazione del mercato ha portato alla diminuzione dei garantiti. Anche ai tempi 'd'oro' non ho mai suggerito a nessuno di mettersi a fare il PPP perché sarebbe comunque stato un atto irresponsabile.

Giocare si, studiare il giochino sicuramente, ma abbandonare dei progetti preesistenti, per gettarsi a capofitto in questo mondo, con la speranza di fare i soldi, credo sia sbagliato e invito tutti a pensarci molto bene, anche perché la % dei giocatori vincenti dovrebbe essere meno del 5% del totale... e di questo 5% quanti sono poi quelli che vincono le cifre che ingolosiscono le persone a gettarsi nel professionismo? Bisogna sempre pensare che è un po' come mettersi a giocare a calcio per diventare Ronaldo o Messi... in quanti ci riescono?

Hai fatto riferimento al momento non certo felice del poker online italiano, che ovviamente influenza il 'lavoro' dei regular. Secondo te come siamo arrivati ad un punto così basso del mercato?

Quando ci fu il boom del poker online mi ricordo che la Domenica avevi 4-5 tornei dove il primo prendeva più di 20mila euro. Chiaramente erano altri tempi, il poker aveva una visibilità diversa, ogni sera trovavi Pokermania sulle reti principali, c'era un entusiasmo diverso e delle aspettative errate da parte di tutti. Le room penso abbiano in qualche modo mal gestito il tutto e quando hanno cominciato a vedere i primi segni di cedimento hanno cominciato a tirar giù i garantiti pensando di risolvere il problema.

Personalmente l'ho sempre trovata una politica sbagliata perché è una sorta di circolo vizioso che ti porta a fallire. Anche quando ero sponsorizzato da Sisal Poker ho sempre cercato di insistere sul fatto che dovessero tener duro, cercando di mantenere i garantiti alti perché comunque quella è la sola attrattiva sia per i giocatori occasionali che per i regular.

Se vediamo la situazione attuale, soltanto People Poker (Stanleybet, PokerYes, Monkeybet, Betflag, MerkurWin) si sta muovendo nella giusta direzione, evidentemente guidata dall'ottima gestione del mio amico dal cognome omonimo, Maurizio Guerra, che essendo nel settore da anni, conosce le esigenze dei giocatori. In passato il network faceva il Super Sunday da 100.000 euro garantiti, se non erro, ogni domenica... mentre ora fa fisso un 25mila, un 100.000 garantito 1 volta al mese e credo che ora abbia cominciato a mettere anche un 50.000.

Io ho ripristinato il vecchio account recentemente perché credo siano tornei buoni. Dal lato opposto prendiamo in esempio Gioco Digitale, la prima room che decise di sponsorizzarmi alla quale sono, per ovvi motivi, molto affezionato. Un tempo il Sunday Master era 100.000/150.000 garantiti. Oggi il torneo principale domenicale ha 6mila euro di montepremi. Due mesi fa era di 7.500 euro... 5 mesi fa di 10 mila e cosi via.

Cosa pensano, che la gente evapora? La gente è sempre lì, bene o male quelli che giocano a poker regolarmente si spostano di room in room per cercare i tornei più convenienti e, comprensibilmente, se devono aprire una room per monotablare un torneo da 6000 euro di certo non la aprono. Così perderanno sia i regular che gli occasionali che non sono più invogliati dal garantito.
Cristiano durante un evento WSOP
Pensi che l'imminente arrivo della liquidità condivisa possa dare una mano alle poker room? Potrebbe essere questa la soluzione a tutti i mali?

Credo di si, la liquidità condivisa potrebbe essere la mossa principale per ripristinare l'interesse per il poker online. Il secondo passo dovrebbe essere quello da parte delle room di cercare di mantenere i garantiti e di far pubblicità per far sì che la gente torni a giocare.

Perfetto, grazie del tuo tempo Cristiano. Ciao e alla prossima!

Grazie a te, un saluto a tutti voi di PIW!


Sei pronto a giocare sul Sisal Poker? Ti aspetta un welcome bonus del 100% dell'importo della tua ricarica, fino ad un massimo di 1.000 euro, e 10 euro gratis se depositi almeno 50 euro.