Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

E’ dura restare a lungo sulla cresta dell’onda. In pochi riescono a stare a galla, in molti, prima o poi, vengono risucchiati dalle acque e non ne risalgono più. Ciò accade anche nel poker live, dove diversi giocatori non conquistano una bandierina da tanto, troppo, tempo.


Giocatori talentuosi, ma soprattutto longevi, come Max Pescatori, ne esistono davvero pochi. In pochi possono vantarsi di andare regolarmente a premi da oltre 15 anni. Sono tanti infatti i talenti che negli anni, dopo aver sbocciato, in fretta sono sfioriti. Certo, c’è chi ha scelto di quittare per propria scelta, concentrandosi su altro nella vita, lasciando un vuoto nel movimento pokeristi live italiano.


Un primo nome che mi viene in mente è quello di Filippo Candio, primo November Nine italiano. Dopo quel 4° posto centrato nel 2010 al Main delle WSOP, il player di origini sarde non si mai più ripetuto, anche perché invece di continuare una carriera nel mondo del poker, si è concentrato sul altro. Il poker ovviamente nella sua vita non è scomparso del tutto, ma le sue apparizione nei tornei live sono calate di molto, non a caso l’ultimo suo ITM risale all’aprile 2015. Fra l’altro unica bandierina di quell’anno. Ricordiamo che Filippo in carriera ha vinto quasi 3,5 milioni di dollari. Un personaggio come lui, di certo manca.


C’è poi chi ha il proprio curriculum fermo all’anno 2012, come Francesco Nguyen. Come dimenticarsi dell’Aggressivo, come si faceva chiamare da tutti. Era uno spettacolo vederlo giocare al tavolo e non solo per il gioco, ma sopratutto per il suo carattere sempre allegro. Regalava sorrisi a tutti. E l’ultimo ITM di Francesco, ex Team Pro Lottomatica, risale appunto a febbraio 2012. Le sue vincite live sono ferme a $408,526.

Dario AliotoE ancora, c’è chi è fermo all’anno 2011, come Nicolò Calia, che in carriera ha vinto oltre mezzo milione di dollari. Fermi invece al 2013 abbiamo un terzetto composto da Massimiliano Martinez, vincitore in carriera di $415,034, Alioscia Oliva, che vanta vincite per $428,878, e Carla Solinas, la giocatrice italiana più vincente di sempre, vincitrice in carriera di $375,403. Quest’ultima, ex pro del Team di Gioco Digitale, è tornata in azione di recente a Malta grazie a Stanleybet, che gli ha offerto una sponsorizzazione per l’evento The Poker One, dove purtroppo non è riuscita a chiudere ITM.


Fermi al 2014 abbiamo invece giocatori del calibro di Lorenzo Sabato (vincite in carriera pari a $434,415), Niccolò Caramatti ($470,123), e Gabriele Lepore ($690,806). Un campione del mondo come Dario Alioto è invece fermo al 2015. ?


Come abbiamo visto sono tanti i campioni che hanno vissuto un passato da protagonista e oggi invece sono lontani dalla luce dei riflettori. Molti hanno optato per intraprendere strade diverse, altri si sono concentrati più sull’online. Altri, semplicemente, hanno detto basta. Basta allo stress di lunghe trasferte, basta alla pressione. Basta. Ma non è detto che nessuno di questi campioni da noi citati in un prossimo futuro possa tornare a far parlare di se per la vittoria di un grande eventi di poker live. Ci contiamo.


Sei pronto a giocare sul Sisal Poker? Ti aspetta un welcome bonus del 100% dell'importo della tua ricarica, fino ad un massimo di 1.000 euro, e 10 euro gratis se depositi almeno 50 euro.