Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Luca Pagano non fa più parte del Team PokerStars. Ad annunciarlo è stato lo stesso pro trevigiano, che sul suo account di Facebook ha scritto un lungo post ricordando i 15 passati 'insieme' alla poker room con la picca rossa.

 

"Addio Pokerstars. Oggi si interrompe, dopo quasi 15 fantastici anni, il rapporto esclusivo tra me e PokerStars"... con queste parole il grandissimo Luca Pagano ha ufficializzato il suo 'divorzio' dalla poker room con la picca rossa. Così, dopo gli addii in serie degli altri professionisti, si chiude definitivamente un'epoca per il poker live a tinte azzurre.

Un passaggio obbligato ma che lascia comunque tanta sorpresa, ed un po' di amarezza, in tutti quegli appassionati ancora legati alle grande imprese del talento trevigiano, che ricordiamo ha battuto ogni record di sponsorship in termini di durata. Ed è stato lo stesso Luca a ricordare i momenti più belli di questa lunghissima cavalcata trionfale:

"E’ stato un viaggio pazzesco, iniziato come giocatore 'Play Money' e finito con la soddisfazione di aver fatto davvero tutto quello che ci si poteva solo immaginare di fare. PokerStars è la mia 'startup story' e mi sento un privilegiato per avere avuto la possibilità di vivere un’esperienza simile. Se ripercorro tutto dall’inizio velocemente giuro che mi emoziono.

E mi emoziono talmente tanto che l’unica espressione che riesco a pronunciare sottovoce è 'wow', nel vero e pieno senso dell'esclamazione. Sarò per sempre grato alla famiglia Scheinberg, perché hanno creduto e investito in me quando forse nemmeno io l’avrei fatto; perché hanno sempre avuto comprensione quando ho sbagliato; perché mi hanno insegnato a lavorare con dignità e umiltà dando l’esempio; perché sono stati i primi a cercarmi per congratularsi sinceramente quando ho vinto.

Questo addio a PokerStars non mi coglie di sorpresa, anzi: sono anni che lavoro e investo su di me sapendo che esattamente in questo momento mi sarei ritrovato in questa precisa posizione, nello scenario attuale. Per questo ho dovuto trascurare un po' il poker giocato. Ma l’ho fatto con la convinzione che nella vita bisogna avere il coraggio di guardare sempre cosa c’è dietro l’angolo e prepararsi.. o quantomeno fare il possibile per arrivare pronti.

Luca durante un evento live
Luca durante un evento live


Il 'timing' vale tantissimo nel lavoro e questo è il momento perfetto per tornare a inseguire con determinazione — e a trasmettere con emozione — le proprie passioni. Sia chiaro, non sto lasciando il poker: continuerò a giocare, e forse lo farò anche più dell’ultimo periodo — semplicemente, lo farò senza un'importante 'Red Spade' attaccata al petto.

Approfitto di questo momento per mandare a tutti un abbraccio speciale, perché in questi anni mi avete seguito e supportato. Perché senza di VOI.. beh, non sarei nemmeno qui a scrivere. E solo adesso che sono arrivato a destinazione, mi rendo conto che in realtà il nostro viaggio.. è appena iniziato!"

Quindi, addio a PokerStars ma non al poker giocato. I fans di Luca possono stare tranquilli, il 39enne tornerà presto ai tavoli e forse lo farà con ancora più continuità.