Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Las Vegas è la città dove tutto è possibile, dove ti può capitare anche di partecipare al campionato del mondo di biliardo senza aver mai giocato in vita tua, come è accaduto ad Alessandro Meoni, che non avrà vinto un braccialetto ma…


“Ho ottenuto la w.c. per le qualifiche dei campionati del mondo di biliardo… Ci proviamo… mai giocato in vita mia“. Dopo aver chiuso le WSOP 2017 senza aver conquistato una sola bandierina, Alessandro Meoni ha cercato fortuna altrove, e attratto dai panni verdi questa volta del biliardo, ha provato di diventare almeno il campione del mondo di un altro sport.

Ed è così che senza timore, si è gettato nella mischia, e senza aver mai giocato in vita sua, ha cercato di farsi largo in questo mondo a lui sconosciuto. Un sogno però spezzato al primo turno, ma come spesso accade nel poker, per colpa di un bloody river: “Ho perso all'ultima palla il primo turno…”.

E dunque niente titolo mondiale di poker e nemmeno di biliardo, ma Alessandro Meoni non tornerà a casa completamente a mani vuote da Las Vegas, dato che a giugno, al Rio Casinò, ha vinto un evento turbo giornaliero da 135 dollari, incassando 28mila dollari.

Un trionfo utile solo per rientrare nelle spese, probabilmente, ma ovviamente per Alessandro Meoni la gioia più grande di questa estate di poker pare sia stata proprio la possibilità di poter sognare di diventare il nuovo campione del mondo di biliardo.

D’altronde i sogni a volte a Las Vegas si realizzano, e basta fare il nome di John Hesp, che molti di voi avranno imparato a conoscere in queste fasi finali del Main Event delle WOSP. Il britannico è fra i nove finalisti del torneo dei tornei ed è ormai il beniamino di tutti: simpatico 64enne, che in carriera ha vinto poco più di 2mila dollari giocando tornei da 10 sterline nei circoli di Hull, e che ora si ritrova ad aver vinto come minimo 1 milione di dollari, in caso uscisse nono dal Main Event, cosa poco probabile dato che è al momento secondo in chips.

Tutti a Las Vegas possono vivere la loro notte da leoni.

Alessandro Meoni studia il colpo
Alessandro Meoni studia il colpo