Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Abbiamo appena sentito il grandissimo Gabriele 'Galb' Lepore, reduce dallo straordinario quarto posto conquistato nel Main Event del PokerStars Championship di Praga. Ecco cosa ci ha raccontato il poker pro di Sisal Poker...

 

PIW: Ciao Gabriele, bentornato su PIW. Ti faccio subito i complimenti per il tuo fantastico quarto posto nel Main Event del PokerStars Championship di Praga. Un piazzamento da urlo che ti ha lasciato quali sensazioni?

Galb: Ciao Peppe. E' stata sicuramente una grossa emozione! Le botte di adrenalina che arrivano durante le fasi finali di un torneo del genere sono incredibili ed è difficile renderne bene l'idea a chi non ha mai provato emozioni così forti nel gioco.

PIW: Dopo la grande rimonta nel Day5, tutti noi sognavano un nuovo miracolo al Final Table. Purtroppo stavolta ti sei dovuto fermare sul più bello, di fronte ad un Jason Wheeler troppo lanciato e pieno di chips. Secondo te potevi fare qualcosa di più o, visto le grandi differenze di stack, il quarto posto era il massimo che si poteva ottenere?

Galb: Giocando infinite volte lo stesso Final Table con gli stessi stack e gli stessi giocatori, credo che il risultato più probabile sia proprio il quarto posto. Naturalmente il torneo si poteva anche vincere. Alla fine se vinco il flip in cui sono uscito, contro Jason Wheeler, mi ritrovo con quasi 50 bui e sinceramente l'unico che mi preoccupava era proprio l'americano.

PIW: A mente fredda manderesti nuovamente i resti in flush draw su quella mano?

Galb: Certamente, non ho dubbi su questo.

PIW: Se non sbaglio era da tanto tempo che non giocavi un evento di così alto spessore. Come ti sei trovato, visto che a tutti noi sembravi in grandissima 'confidence' nonostante tutto quello che ti stava succedendo?

Galb: Avete visto bene. Se mi iscrivo ad un torneo è perché penso di essere 'confident' durante, altrimenti non gioco. In questi mesi non mi avete visto giocare perché il focus era altrove e ho avuto qualche problema di salute nell'ultimo anno. Capite adesso perché gioco SOLO quando sto bene? :)

PIW: I quasi 250.000 euro vinti ti faranno tornare a giocare con più continuità?

Galb: No, avevo intenzione di spendere 40/50.000 euro in tornei live nel 2018 (in realtà era compreso anche Praga); giocando 3/4 grossi Festival con qualche side e 3/4 torneini in Italia. Ora giocherò per circa 60/70.000 euro, ma penso farò comunque lo stesso numero di tappe. Magari farò qualche High Roller in più, tutto qui. Non ho il tempo materiale per giocare più di così e, onestamente, non ho intenzione di togliere tempo ad altre attività che al momento reputo più interessanti.

Gabriele dopo l'eliminazione
Gabriele dopo l'eliminazione


PIW: Hai già pensato a qualche altro evento da giocare, magari già ad inizio di nuovo anno?

Galb: Da un lato vorrei andare al PCA o all'Aussie Millions ma, come dicevo, ho diversi progetti in corso a cui devo dedicarmi. Se non impazzisco e vado in Australia, direi che non giocherò prima di febbraio. I tornei che farò sicuramente il prossimo anno sono il Championship di Barcellona e molto probabilmente il Main Event delle World Seies of Poker di Las Vegas.

PIW: Presumo tu abbia sentito la notizie del ritorno dell'European Poker Tour a partire da marzo. Cosa ne pensi?

Galb: Sinceramente non so cosa hanno in testa.... dovrebbero fare pace col cervello ;).

PIW: Perfetto Gabriele, ti lasciamo riposare. Grazie del tuo tempo e di nuovo complimenti. Sei stato un grande! Ciao...

Galb: Grazie Peppe. Permettimi di aggiungere soltanto una cosa... il bello deve ancora venire. Ciao a tutti!