Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

L’azzurro Mustapha Kanit ha pubblicato il suo primo post nel suo nuovo blog, dove racconterà ai suoi fan la sua nuova vita da poker pro sponsorizzato. Da pochi mesi infatti l’azzurro è entrato a far parte del Team Pro Winamax.


Oltre ad essere il giocatore italiano più vincente di sempre per quanto riguarda il poker live, Mustapha Kanit è anche uno dei giocatori azzurri più seguiti in Italia e all’estero. Tanti sono poi i fan che sono sempre a caccia di notizie su di lui, e da oggi la loro curiosità sarà soddisfatta dallo stesso Mustapha Kanit, con il suo nuovo blog da poker pro pachato da Winamax.

E nel suo primo blog non poteva non parlare del suo amore per il suo paese, l’Italia, e ovviamente Musta non poteva non parlare di poker e della sua nuova avventura da sponsorizzato, che è poi la parte che forse più interessa ai suoi followers.

“Sono onorato di iniziare questa nuova avventura con Winamax e diventare ambasciatore di questo gioco che amo tanto. Grazie alla mia passione, ho quello che posso definire il miglior lavoro al mondo. Il poker non ha fatto altro che ricompensarmi, con amore, amicizia, rispetto e supporto. Senza questo gioco di carte non sarei l’uomo che sono oggi: un po’ strano, un po’ pazzo, ma semplicemente me stesso. That’s poker”.

Kanit e Mateos le due new entry del team pro Winamax
Kanit e Mateos le due new entry del team pro Winamax

“Grazie al poker ho avuto la possibilità di incontrare persone incredibili in giro per il mondo, che sono diventate buoni amici. Senti di essere a casa in ogni luogo, e davvero ho nostalgia di tutti i posti che ho la fortuna di visitare. Ci sono poi posti che devo per forza visitare una volta l’anno: ad esempio non posso fare a meno di fare una passeggiate mangiare una pizza nel porto di Napoli”.

Mustapha Kanit ha poi aperto con entusiasmo l’argomento liquidità condivisa: “Fin da subito mi sono confrontato con diversi tipi di giocatori, un fattore che mi ha permesso di crescere come persona e imparare a giocare bene. Ho incontrato cashgamer, specialisti di MTT e di heads-up. Da tutti loro ho avuto modo di imparare qualcosa, sempre sperando di batterli, ovviamente. Sono una persona molto competitiva e il mio obiettivo è sempre stato quello di migliorare giorno dopo giorno”.

“Per tutte queste ragioni, sono molto favorevole e particolarmente entusiasta alla notizia della liquidità condivisa in Europa. Aprire gli orizzonti del nostro gioco a nuovi paesi può solo aiutarci a crescere: avremmo la possibilità di giocare i tornei più ricchi contro i migliori giocatori e vedere facce nuove. Il poker è un gioco che, più di tutto, ci unisce. Abbiamo la tendenza a dimenticarcelo”.