Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

A nemmeno 24 ore dalla sua seconda vittoria nell'Italian Poker Open (IPO) abbiamo intervistato Simone 'Spera91' Speranza. Il player di Seregno ci ha raccontato del torneo e non solo...

 

PIW: Ciao Simone, bentornato su PIW! Prima di tutto complimenti per il tuo secondo successo all'IPO, sei il primo giocatore ad aver messo a segno una doppietta. Un record che penso ti faccia molto piacere. Ed a proposito come ti senti?

Simone: Ciao Peppe e grazie per l'invito e i complimenti. In questo momento sono molto felice e orgoglioso, anche perché c'è un doppio record essendo stato l'Italian Poker Open 22 un evento record.

PIW: Ti va di raccontarci le fasi finali del torneo?

Simone: Il torneo è stato in discesa fin dall'inizio del Final Day. Sono riuscito ad eliminare il giocatore in nona posizione trovando un curioso all-in 30x bvb con 56o contro il mio open. Durante tutto l'IPO ho avuto solo un piccolo declino negli ultimi due livelli del Day3, quando ho perso un pot con KK Vs AK, contro Marcello Miniucchi, che mi avrebbe fatto andare a 20 milioni di chips con 15 left (un terzo delle chips in gioco :D).

PIW: Ed a proposito di Miniucchi, è stati lui l'avversario che ti hanno messo più in difficoltà?

Simone: Onestamente non ho avuto mai particolari problemi durante l'intero torneo. Nessuno in questo senso mi ha messo in difficoltà! L'unica cosa che ho fatto è stata quella tener d'occhio, per tutto il tempo, lo stack di Gianluca Bernardini sperando che non diventasse mai importante.

PIW: Adesso hai un bankroll con +150.000 euro e non solo, visto che ti sei guadagnato il pass per il PokerStars Players NL Hold'em Championship del valore di 30.000 dollari. Davvero niente male...

Simone: Ovviamente vincere una cifra del genere in Italia è cosa abbastanza rara. Io lavoro praticamente tutti i giorni per far sì che questo accada quindi non mi scompongo più di tanto, proprio perché so di aver vinto nel momento in cui riesco a raggiungere il mio target di ore di studio mensili. Questo è tutto una naturale conseguenza. La cosa che invece mi gasa e non poco è proprio il platinum pass! Giocare un evento di questo tipo, in una cornice del genere, sarà sicuramente l'esperienza più bella che questo gioco mi ha regalato fino ad oggi.

L'heads up tra Simone e Miniucchi
L'heads up tra Simone e Miniucchi


PIW: Quali saranno i tuoi prossimi impegni? Andrai alle WSOP di Las Vegas?

Simone: No, niente World Series of Poker. Quest'anno non andrò a Las Vegas, è appena nata la mia seconda figlia ed è già un miracolo che mia moglie mi conceda di andare ad agosto a Barcellona per giocare l'European Poker Tour.

PIW: Hai già fatto un plan per gli eventi che giocherai all'EPT?

Simone: Si, giocherò il National da 1.100 euro, l'High Roller da 2.200 euro ed il Main Event EPT da 5.300 euro di buy in. Poi farò qualche sat per il 10.300 euro e, se ne avrò voglia, qualche torneo Hyper o un po' di poker cash game. Colgo l'occasione per dire che probabilmente venderò qualche quota, devo ancora decidere se per l'intero pacchetto o solo per il Main.

PIW: Perfetto Simone, grazie di tutto e di nuovo complimenti. Ciao e alla prossima!

Simone: Ciao Peppe, un saluto a tutti i lettori di PIW. A presto!