Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

E' sicuramente un Mustapha Kanit più consapevole e maturo quello tornato dal mini ritiro di 4 giorni fatto con i compagni del Team Pro Winamax. Un'occasione per studiare poker e imparare tanto anche nella vita di tutti i giorni.

 

Studiare, confrontarsi con gli altri, discutere, raccontarsi e capire... sono queste le motivazioni che hanno spinto il Team Winamax ad organizzare un mini ritiro di 4 giorni per i suoi fortissimi poker pro. Una mossa non usuale che però sembra aver dato i giusti frutti, come ci spiega il nostro straordinario Mustapha 'Mustacchione' Kanit:

"È stata l’occasione per fare sport, studiare un po’ di teoria e passare del tempo insieme. Può sembrare una semplice scampagnata tra amici, ma non è così. Avere la possibilità di confrontarsi con persone interessanti e conoscere meglio chi ci circonda può aiutare moltissimo nel proprio percorso di crescita. Sono stati 4 giorni intensi, in cui tutti abbiamo imparato qualcosa. Ho la fortuna di far parte di un team composto da persone stimolanti, ciascuno con la sua storia; sono veramente orgoglioso di far parte di un gruppo così affiatato e di poter crescere insieme a loro."

E come dargli torto quando ti trovi a parlare, tra gli altri, con talenti assoluti come Davidi 'Kitbul' Kitai e Adrián 'Amadi_17' Mateos. Un'esperienza che Musta ha voluto raccontare a tutti i suoi fans attraverso le pagine del suo blog:

"Prendo spunto dall’analisi fatta in ritiro per parlarvi della resilienza, secondo me una delle qualità più importanti che un giocatore di poker possa avere. La resilienza è la capacità di resistere e di reagire di fronte a difficoltà, avversità ed eventi negativi. Come saprete, la vita di un giocatore è piena di situazioni più o meno stressanti: bad run, viaggi che si susseguono senza un attimo di riposo, dei problemi a cui non riusciamo a non pensare neanche al tavolo da gioco ecc. Nessuno ha una vita perfetta e situazioni spiacevoli capitano a tutti. Essere capaci di imparare da un errore e rialzarsi dopo una caduta può davvero fare la differenza perché quando ci si rialza si è più forti e più maturi.

Nella vita, è fondamentale essere onesti con se stessi. Ciò permette di trovare una soluzione anche nelle situazioni più complicate. Dobbiamo sempre renderci conto di essere persone fortunate e dobbiamo sempre cercare di guardare le cose da un’altra prospettiva: quella dell’altro. Per rendere al massimo quando si gioca bisogna essere mentalmente liberi e aver lavorato su noi stessi: individuazione degli obiettivi e convinzione nei propri mezzi. Tutto questo per trovare la strada più safe e che allo stesso tempo dia risultati.

Musta in action durante una partita di calcetto
Musta in action durante una partita di calcetto


Ognuno di noi ha qualità diverse con le quali dobbiamo cercare di trarre il massimo vantaggio dalle situazioni in cui ci troviamo. Dobbiamo spingerci oltre i nostri limiti e alzare sempre un po’ l’asticella, in tutto quello che facciamo. Nessuno ti conosce meglio di te stesso. Le persone che hanno cambiato il mondo si sono sempre spinte oltre i propri limiti. Forse all’inizio hanno fallito, ma si sono rialzati e ce l’hanno fatta. Non c’è mai successo senza caduta. Per crescere è molto importante mettersi sempre in questione e riuscire continuamente a superare i propri limiti. È una delle cose più stimolanti nella vita.

Conoscere è imparare. Capire una persona, il suo modo di pensare, è crescere. In fondo ciò che fa di me quello che sono, sono proprio le esperienze che ho fatto e le persone che ho incontrato. Più il tempo passa e più ne sono convinto."

E ne siamo convinti anche noi...