Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Andrea Crobu non sarà tra gli azzurri che voleranno a Barcellona per giocare la tanto attesa tappa dell'European Poker Tour. Il player di Abbasanta resterà ancora fermo ai box: "Un tunnel senza uscita..."

 

Niente European Poker Tour (EPT) di Barcellona per il buon Andrea 'ANTIREGS87' Crobu. Il 24enne della provincia di Oristano dovrà foldare dopo aver partecipato alle ultime 4 edizioni. Una scelta purtroppo obbligata visto quanto gli è successo nell'ultimo anno e mezzo, come ha confermato lui stesso in un suo post su Facebook:

"Come da routine, ormai da 4 anni, stavo già preparando le valige per Barcellona con l'adrenalina in corpo nella speranza di vincere quell’amata picca, con la voglia di partire e soprattutto di rivedere quelle vecchie facce che ormai non vedi più da tempo, con la voglia di confrontarsi con i più forti, di provare ancora l’emozione di stare in uno dei tornei più importanti d’Europa e di poter cambiare la carriera da un giorno all’altro.

Ma quest'anno non sarà così. Sono in un tunnel senza uscita, una via buia che sto cercando di risalire e percorrere per ritrovare la luce ma ancora niente. Continuo a vedere tutto nero e allora inizio a pensare, pensare e ripensare.

Vivevo un sogno... fare la cosa che ti piace di più quando quella cosa ti porta un ottimo guadagno. Ti fa viaggiare e ti fa diventare qualcuno di cui la gente si ricorda e apprezza quel che fa. Non c’è cosa più brutta di non poter fare ció che ami! Ma si sa, nella vita succede, non sono l’unico ad affrontare ostacoli su ostacoli e che trova gente cattiva che il destino gli mette davanti per rovinare ciò che ha coltivato.

So però che un giorno mi riprenderò ciò che è mio e che mi apparteneva. Amo questo gioco e mi ritengo fortunatissimo ad aver fatto quello che ho fatto e di essere il ragazzo che ero (sono) per come mi sono evoluto e cresciuto. Per la gente sei il solito 'ludopatico', ma non possono capire, è normale."

Andrea al tavolo live
Andrea al tavolo live


Un post che non è passato inosservato e che ha attirato la solidarietà di tanti suoi colleghi. Andrea continua purtroppo a pagare l'errore di aver dato fiducia ad un amico che lo ha poi truffato per diverse migliaia di euro. Una botta che gli ha azzerato il bankroll e che lo ha costretto a rivedere i suoi progetti sul poker online e non solo.

Il nostro augurio è che il talento di Abbasanta si riprenda il prima possibile e torni a frequentare il circuito del poker live europeo.