Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

C'era già stato un precedente a dicembre a Genova e 5 recidivi sono stati scoperti anche negli ultimi giorni a Genova dove si continua a giocare a poker live in barba a tutte le disposizioni anticovid.

 

Continuano i controlli delle forze dell'ordine in tempo di pandemia nei circoli privati, ma a Genova si continua a giocare senza mascherine e con distanze non rispettate, in una città che contava già un precedente, dieci giorni prima di Natale e in due location differenti.

Come riporta genova24.it e GiocoNews, i carabinieri della stazione di Pegli hanno visto un uomo suonare il campanello ed entrare in un circolo di via Ronchi a Multedo dove prima della pandemia si organizzavano partite di poker, in particolare della specialità ‘texas holdem’. Poi sabato scorso, di pomeriggio, i militari della stazione hanno deciso di fare un controllo.

“All’interno del circolo sono state sorprese 12 persone che senza il rispetto della normativa anti covid (alcune senza mascherine, senza rispettare il distanziamento) stavano giocando a poker. Per 7 è scattata una sanzione di 400 euro mentre per altre 5, recidive, è stata contestata una sanzione di 800 euro ciascuna. Al proprietario sarà contestata analoga sanzione con proposta la sospensione dell’attività in quanto già nei giorni scorsi l’attività era stata sanzionata per analoghe violazioni”, informano i carabinieri di Pegli.