Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Proseguiamo nel ricordare i migliori momenti pokeristi del 2017 dei nostri azzurri. E oggi, dopo le imprese di Sammartino, Kanit e Castelluccio nei primi due mesi dell’anno, proseguiamo con il mese di marzo e i trionfi di Andrea Benelli e Diego Testa.


A marzo l’attenzione era tutta canalizzata per le WSOP Circuit Italy disputate al Casinò Campione d’Italia. Gli occhi dei media erano specialmente indirizzati verso il Main Event, con montepremi totale di oltre 300mila euro.

Torneo che metteva al solito in palio l’ambito anello delle WSOP Circuit, andato alla mano del campione italiano Andrea Benelli, che si è messo anche in tasca un primo premio del valore di 73mila euro, sconfiggendo nel testa a testa finale Andrea Pezzoni.

E contemporaneamente al trionfo di Adnrea Benelli, a Nova Gorica, preso il Casino Perla, Diego Testa vinceva per la prima volta il Main Event del Tana delle Tigri (dopo un deal 6-left). In precedenza era riuscito a vincere un side, un bounty ed un master event. E in questa 14a edizione del Tana, organizzata in collaborazione con Lottomatica, il pro Max Pescatori, eliminato dal Main ma terzo al side event.

Diego Testa e la tigre del Tana
Diego Testa e la tigre del Tana

A marzo si è poi disputato anche il PokerStars Festival di Rozvadov, dove abbiamo sfiorato la vittoria con Domenico Gala, out secondo nell’evento Super Deep, mentre Leonardo Romeo nel Main Event ha chiuso in decima posizione.

Beh, infine, anche a marzo, Dario Sammartino e Mustapha Kanit hanno lasciato il segno. I due sono andati a premi nel Single Day High Roller del PSC di Panama. Il napoletano chiudendo in quinta piazza per 97mila dollari, mentre Musta terminò terzo per 161mila dollari.