Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Non ci sarà nessuna bandiera italiana che sventolerà sul tavolo finale del WPT DeepStack di Amsterdam. Per Giacomo Fundarò e Alessandro Sarro l’avventura si è interrotta al day 2. Peccato. Speravamo di rivivere le stesse emozioni che Raffaele Sorrentino ci ha fatto provare qualche giorno fa.


Senza dubbio Raffaele Sorrentino starà ancora festeggiando per la sua impresa al Main Event del PokerStars Championship di Montecarlo. Un trionfo che gli ha permesso di vincere €466,714, diventato il suo best live score in carriera. Ma noi oggi speravamo di raccontare una storia simile, ma non sarà così.

Purtroppo dobbiamo raccontare dell’eliminazione dei nostri due connazionali che in questi giorni si sono messi in gioco al WPT DeepStack di Amsterdam. Per entrambi la corsa si è interrotta al day 2, ma per Giacomo Fundarò non c’è stata nemmeno la consolazione di collezionare la sua 48esima bandierina in carriera. Meglio è andato ad Alessandro Sarro, uscito poco dopo lo scoppio della bolla, out in 31esima posizione per un premio di consolazione del valore di $2,398.

E fra volti noti che hanno mancato l’appuntamento con il tavolo finale, ma che per lo meno si sono assicurati un ITM, troviamo la giocatrice professionista Loni Harwood, out 26esima per un premio da $2,805, e il finlandese Juha Helppi, out 16esimo per $4,923.

In nove sono invece coloro che hanno ottenuto il pass per il final day, e in testa al gruppo troviamo lo scozzese Richard Milne, l’unico ad aver infranto il muro del milione in chips. Sono invece sei i giocatori olandesi, padroni di casa, ad aver raggiunto la finale, fra questi c’è Tobias Peters, che in carriera ha vinto più di un milioni di dollari, live.

WPT DeepStack Amsterdam - Chipcount Final Day
1 Richard Milne 1,058,000
2 Pim van Wassenberg 793,000
3 Thijs Menco 541,000
4 Alberto Stegeman 839,000
5 Dennis Bijen 970,000
6 Ami Barer 658,000
7 Fredrick Andersson 817,000
8 Tobias Peters 740,000
9 Kees Aerts 831,000