Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Come se non bastasse la pandemia, i problemi dell'Aussie Millions si estendono anche a quelli della sua storica location, il Crown Casino alle prese con accuse di riciclaggio e traffici illegali. 

 

Solitamente l’Aussie Millions in Australia è il primo evento importante dell'anno solare di poker, ma la pandemia ha scombinato i piani rinviando di molti mesi un evento che solitamente si gioca a gennaio, e per il 2022 le cose potrebbero continuare a peggiorare, anche se speriamo di aver messo un minimo alle spalle il problema Covid-19.

C'è infatti il rischio concreto che l’evento possa perdere la sua location storica, il Crown Resorts and Casino di Sidney. La Crown Resorts, società proprietaria del casinò che ospita l'Aussie Millions, è sospettata dalle autorità di facilitare le operazioni di riciclaggio di denaro a beneficio di individui legati alla criminalità organizzata cinese e la licenza è in forte dubbio per il futuro visto che parliamo di gravi accuse.

Alcuni casinò sarebbero stati utilizzati per il riciclaggio di denaro sporco a beneficio di ricchi giocatori cinesi legati alla criminalità organizzata, alla tratta di esseri umani, traffico di droga, terrorismo o sfruttamento sessuale dei bambini.

L'autorità di regolamentazione locale ha avviato le procedure per il ritiro della licenza di gioco detenuta da Crown Resorts e ha parlato anche l'amministratore delegato ad interim Helen Coonan: "Sia chiaro: ci saranno molti cambiamenti. Cambiamenti reali e profondi. Tutti i membri del consiglio sono determinati a rivoluzionare e riformare la struttura aziendale".