Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Alle WSOP ormai possiamo solo sperare in un colpaccio azzurro nel Main Event, altrimenti sarà un altro anno chiuso con zero braccialetti. Le vittorie azzurre tuttavia non mancano a Las Vegas, e dopo Alessandro Meoni, a vincere è Raffaele Sorrentino.


Alle WSOP è rimasto in palio solo un braccialetto, quello del Main Event, il più ambito. L’Italia del poker se non vuole tornare a casa a mani vuote può solo sperare di portarsi a casa il titolo più importante delle Series, sfiorato solo in due occasioni dall'Italia grazie a Filippo Candio e Federico Butteroni.

Le vittorie azzurre però a Las Vegas non sono mancate quest'anno. A fine giugno il toscano Alessandro Meoni si è infatti imposto in un evento turbo del Rio da 135 dollari, superando circa 2 mila iscritti e andando così a vincere un premio da circa 28 mila dollari.

E oggi dobbiamo registrare anche un’altra vittoria azzurra, centrata però al Venetian. A vincere Raffaele Sorrentino, che dopo la “Picca” vinta a Montecarlo nell’evento Pokerstars Championship, incassando 466.714 euro, oggi torna sul gradino più alto del podio a Las Vegas, andando a vincere un evento Bounty del DeepStack Extravaganza.

Un torneo dal buy-in di $1.600 e un montepremi garantito di $500.000, ampiamente superato grazie alle 547 entries, che hanno così generato un prizepool totale di $789.868, con una prima moneta di oltre 100mila dollari. Un evento che ha attirato l’attenzione di diversi giocatori italiani, come Alessandro Minasi e Rocco Palumbo, entrambi a premi, il primo out 61° per $1.962, il secondo out 25° per $3.201.

Meglio di loro ha fatto senza dubbio il loro connazionale Raffaele Sorrentino, che il torneo è andato a vincerlo, dopo un deal 4-left, distribuendo i premi per ICM. L’azzurro si è così aggiudicato un premio da $84,588 invece dei $108,444 in palio per il vincitore. A seguire Greg Dyer – $61,569, Dan Wilson – $58,552, Jim Cavanaugh – $55,031. Premi intascati senza continuare a giocare, dunque vittoria a tavolino per il calabrese, che ritira anche 6mila dollari in taglie.