Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Nel fine settimana è andato in scena un altro scontro al High Stakes Feud, la sessione #34 andata a Doug Polk che risale a +737K e attacca Daniel Negreanu accusandolo di non rispettare le regole e le l'eccessiva lentezza in ogni mossa.

 

Continua l'High Stakes Feud e dopo la sessione da quasi 400K vinti da Daniel Negreanu, il canadese è tornato a calare con un paio di sessioni perdenti. Questa volta DNegs ha perso 35.000 dollari, con Doug Polk che torna in vantaggio di 737K quando siamo arrivati a 19.922 mani.

Le ultime sessioni sono state però caratterizzate dagli attacchi di Doug Polk che accusa Negreanu di non rispettare le regole. Già dopo la 33° sessione era stato abbastanza chiaro: “Uno show assolutamente patetico da parte di Daniel Negreanu oggi. Tanka 20 secondi per aprire, tanka 20 secondi per fare check al flop, tanka ogni singola decisione per cercare di rallentare il gioco”.

Nella sessione #34 le cose non sono cambiate, anzi per protesta Polk si è messo in sit out per oltre mezz’ora e ha chiamato Phil Galfond per lamentarsi del suo avversario. Galfond però gli ha dato torto, anche se ha suggerito a Negreanu di velocizzare il gioco.

Polk ha perfino citato i termini e le condizioni della poker room online dove la sfida si sta giocando “Mantenere un ritmo di gioco ragionevole è responsabilità di tutti i giocatori. I giocatori dovrebbero cercare di giocare allo stesso ritmo degli altri player del tavolo”.