Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

La sfida è iniziata, dai PokerGO Studios ha aperto i battenti l'High Stakes Duel II tra Phil Hellmuth e Daniel Negreanu. Non sono mancati subiti i primi tilt da parte di Poker Brat che però ha vinto la prima sfida contro DNegs.

 

Il match d'esordio della High Stakes Duel II viene vinto da Phil Hellmuth che continua a zittire i propri detrattori affermando ancora una volta: "Sono il più forte di sempre". La rivincita non dovrebbe tardare visto che Negreanu all’inizio del match aveva già dichiarato: “Giocherei contro Phil per l’eternità, non ci sono possibilità che io dica no a una rivincita contro Phil”.

Daniel Negreanu, che era fortemente favorito da appassionati ma anche dalle quote degli esperti, era partito forte prima della rimonta di Hellmuth. Non è mancano nemmeno un primo tilt di Poker Brat che però sembra avergli fatto bene visto che da quel momento ha iniziato una rimonta impressionante.

La mano incriminata arriva alla 3° delle 6 ore di gioco, con blind 250/500. Hellmuth completa da bottone con 9-9. Negreanu da BB rilancia a 1.500 con 6-4 a quadri, 3-bet di Hellmuth a 3.700 e call del canadese. Si va al Flop che recita 4-3-4 per il trips di DNegs che fa check call sulla puntata da 4.000 di Hellmuth. Al Turn un 8 di cuori spinge entrambi all check. Al River un 5 di picche fa uscire Negreanu in puntata per 5.000. Call di Hellmuth che va su tutte le furie e paga.

“Sai, potrai anche vincere questo fottuto match, ma ti dico che odio il modo in cui hai giocato. Hai giocato questa mano così fottutamente male che è una follia" dice Hellmuth a Negreanu che lo sfotte ancora tirando fuori un pacchetto di fazzoletti.

Al termine di questa mano Phil Hellmuth ha appena 7 mila chips contro i 93K di Negreanu che sembra pronto a puntare alla giugulare per chiudere i giochi ma proprio sa quel momento la partita cambia e il tilt sembra fare bene a Poker Brat che inizia la rimonta e va a vincere: "“Nell’ultimo mese mi sono sentito sotto attacco. Ma continuo a ribadire la mia eredità di essere il più grande giocatore di poker di tutti i tempi perché ho vinto tornei dal 1988 e non c’è nessuno che possa dire di aver fatto lo stesso per un tempo così lungo. E non è neanche un brag, è così punto e basta". Parola di Hellmuth.