Pubblicato il

scott_palmer.jpgNon c'è stata nessuna sfida del Superstars Showdown su PokerStars.com ieri, ma Isildur1 ha comunque giocato, scontrandosi per una lunga sessione contro Scott 'urnotindangr’ Palmer, uscendone in passivo.




L'azione è avvenuta ai tavoli cash da $50/$100 ed i due si sono sfidati in una lunga sessione da ben 2.010 mani. Sessione che ha visto il giovane player svedese non entrare mai veramente nel vivo del gioco, se si esclude un passaggio positivo intorno alla mano numero 200.


Palmer ha preso subito il comando dell'azione e l'ha mantenuto fino a domare il proprio avversario. Indubbiamente un buon rientro per lui, dopo che nei giorni scorsi era stato messo sotto da Phil Galfond per circa $700k. Di sicuro la differenza economica non è stata ripianata, ma una vittoria contro un avversario come Isildur1 restituisce, quantomeno, il buon umore.


Scott 'urnotindangr' Palmer
Scott 'urnotindangr' Palmer


Sopratutto quando la vittoria arriva contro un avversario che in passato ti ha distrutto, come successe a Scott lo scorso dicembre contro Viktor. Non c'è stata una mano particolarmente ricca, con piatti arrivati a cifre astronomiche. La supremazia di urnotindangr è stata lenta e costante. E, alla fine, il parziale in suo favore è stato soddisfacente.


Una tra la mani più interessanti ha visto Isildur1 sul bottone rilanciare a $300, chiamato dall'avversario. Flop 4f.gifJc.gif6f.gif check/raise da $1,700 di Palmer sulla bet $500 di Blom, che non si spaventa a chiama. Turn 5p.gif e stavolta Scott betta direttamente $3,000 chiamato da Isildur1. River 3c.gif e si va ai resti con Isildur1 che gira 2f.gif7f.gif per la scala e urnotindangr che mostra 7d.gif8d.gif per la scala maggiore e ritira il patto da $40,000.


Viktor 'Isildur1' Blom
Viktor 'Isildur1' Blom


Bella ripresa quindi per Scott 'urnotindangr' Palmer che batte Isildur1 sul suo campo. Intanto lo svedese resta in attesa di nuovi avversari per il suo Superstars Showdown che lo vede, fin'ora, in netta vincita.



Roberto 'Ronnie Rosenthal' Sorrentino
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.