Pubblicato il

Sappiamo bene che in certe fasi dei tornei o in alcune partite cash, i piatti multi-way sono piuttosto frequenti. Come dobbiamo comportarci contro numerosi avversari nella mano? Ecco qualche consiglio utile per voi. Attenti alle giocate troppo tecniche...

 

Solitamente i bravi giocatori di poker al tavolo tendono a rilanciare preflop e a giocare molti piatti contro un solo avversario. Può capitare spesso però di ritrovarci a giocare molti piatti multi-way in certe situazioni, come nelle fasi iniziali di un torneo o quando il field non ha proprio un elevato tasso tecnico, diciamo così... Molti giocatori amatoriali adorano fare call e così ci si ritrova dopo un raise iniziale a giocare magari piatti da quattro o più giocatori. Cosa dobbiamo fare in questi casi?

 

Prima di tutto dobbiamo stare attenti alle nostre starting hands. Mani mediocri come A-10 o K-J in heads-up possono essere molto utili, ma in piatti multi-way sono insidiose. Quando hittiamo qualcosa potremmo perdere molte chips perché è probabile che qualche altro avversario sia messo meglio di noi, anche solo con il kicker. Funzionano molto meglio invece i connectors, meglio se suited. Una mano come 7-6 per esempio può fruttare meglio su un flop 5-8-A rispetto ad un A-10 contro più avversari...

 

Occhio agli scoppi

Bisogna poi considerare la minora efficacia di bluff e semi-bluff. Nelle situazioni di heads-up c'è molto più meta-game e la voglia di prendere il pot è maggiore, per questo si ricorre più spesso al bluff. Nei multi-way pot invece è più difficile bluffare, perché ovviamente ci sono più avversari da 'mandare via' dal piatto. Lo stesso diccorso vale per i semi-bluff. Se per esempio abbiamo un draw di colore nuts al flop, sarà meglio fare check/call piuttosto che aggredire la mano.

 

Un'altra mossa penalizzata dal multi-way è lo slowplay. Quando abbiamo un solo avvesario contro si può rischiare qualcosa per nascondere il nostro punto forte. Se gli avversari sono tanti però non si possono correre rischi perché gli altri avranno sicuramente molte carte da poter pescare per chiudere i loro draw.

 

Molte altre mosse perdono efficacia nel multi-way. È sconsigliato per esempio il check/raise così come fare le blocking bet. Da escludere sicuramente è anche il floating, per ovvi motivi... Quello che invece assume molta più importanza nei multi-way pot è il calcolo di odds e probabilità. Molto più spesso ci ritroveremo a contare i nostri outs con vari progetti.

 

In conclusione abbiamo capito che il gioco in multi-way è molto meno tecnico, come è risaputo. Non si possono fare certe mosse e letture, bisogna limitarsi a giocare in maniera piuttosto semplice e tight. I connectors e le coppie settate sono le mani che possono rivelarsi più profittevoli contro più avversari... Buona fortuna!