Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Nel suo ultimo blog, il Poker Pro del Team di GD Poker Simone Rossi, ci propone un interessante articolo che tratta il modo migliore per giocare una coppia di assi nella variante Omaha. Variante sempre più giocata tra gli appassionati. 



D'altronde, tutti sappiamo che nel classico Texas Hold’em una coppia di Assi rappresenta la mano più forte, e che spesso lo rimane anche dopo il Flop, tuttavia, in una partita di Omaha tutto questo cambia. Nonostante ricevere AAXX rimanga un’ottima mano Pre-Flop, bisogna tenere in mente che dopo il Flop questa perde totalmente il suo valore.


È proprio questo il classico errore dei giocatori principianti di Omaha, i quali credono sia giusto giocare una coppia d’assi come se si stesse giocando nel classico THE. In realtà non è così, come spiega nel suo blog il forte Pro di GD Poker Simone Rossi:

AAxx puo’ essere una mano discreta od ottima a seconda delle altre due carte abbinate agli assi, due assi double suited sono una mano ottima che merita di venire raisata da qualsiasi posizione, anche in situazioni di deep stack.

Siccome l’Omaha è un gioco dove la maggior parte del movimento viene fatto dopo il flop, giocare 2 assi in maniera sbagliata può costare molto caro. Come indicato dal mitico Bob Ciaffone, le coppie di assi si possono differenziare in 3 classi, analizziamole:

1) Eccellenti: quando sei double-suited (Ad-Ap-4p-5d) oppure single-suited ma con una coppia in aggiunta (AdAp7d7c)
2) Buone: quando hai una carta suited con l’asso (Ad-Ap-9d-4p)
3) Mediocri: quando non sei suited con nessuna carta (Ad-Ap-8f-2c)


Giocando pot limit ti potrai accorgere come le tue coppie di assi siano facilmente riconoscibili pre-flop, almeno un terzo delle volte che il piatto viene raisato pre-flop e’ indice di una coppia di assi. Specialmente di fronte ad una re-raise siamo quasi sicuri della mano in possesso del nostro avversario.

Ovviamente l’uso di una coppia di assi pre-flop è da gestire in base ai soldi con cui si è seduti al tavolo, in condizioni di deep stack non consiglio di andare over the top con la coppia di assi di fronte ad una raise, visto che dopo la re-raise la nostra mano sarà di pubblico dominio. Se si riesce invece ad essere virtualmente all-in al flop, o meglio ancora prima del flop con la coppia di assi, sono ben felice di giocarla in questa maniera. Questo accade in condizioni di short stack.

Fare call con una coppia di assi può  portare grossi vantaggi, è  infatti molto difficile da leggere da parte degli altri giocatori nel caso floppassi un set. Quello che consiglio di fare con due assi è di cercare sempre di raisare se in posizione e con carte suited o coppia a contorno che possano aiutarci al flop. Importante è  infatti diminuire il numero degli avversari presenti a vedere il flop. Con un flop con una coppia in tavola come 662 con solo un avversario al flop, la coppia di assi è spesso buona.