Pubblicato il

Nella puntata precedente abbiamo introdotto brevemente la variante Pot Limit Omaha High (Cash Game). In questo articolo, invece, parliamo delle differenze che ci sono fra l'Omaha e la sua variante più conosciuta, il Texas Hold'em.


Se nel gioco del Texas Hold'em le carte distribuite sono 2, nell'Omaha sono 4. La differenza a cui solitamente è più difficile abituarsi è nella creazione del punto: nell'Omaha il punto si crea utilizzando necessariamente 2 carte della propria mano abbinate con 3 del board! Passiamo a qualche esempio.

Full. Es.1: la starting hand è Q-Q-K-9 e sul board sono presenti 8-T-J-Q-K. Tutti i giocatori che arrivano Hold'em potrebbero vedere un Full, ma così non è, perché le carte che si possono usare della propria mano sono necessariamente 2, quindi in questo caso il punto massimo che si può chiudere con questa starting hand è una scala al K, utilizzando il 9 e il K(o la donna) della nostra mano (ovviamente se il nostro avversario ha A-K-X-X vince la mano con scala all'asso). Es.2: la starting hand questa volta è A-X-X-X e sul board c'è A-A-4-4-8. Apparentemente anche in questo caso si pensa ad un full di Assi con 4, ma dovendo utilizzare necessariamente due carte, si chiude semplicemente un tris d'assi.

Il colore. Il colore solitamente non viene giocato con molta differenza rispetto all'Hold'em, ma c'è una sfumatura importante: lo slow-play. Es.1: starting hand con Aq-Jq-X-X e al turn la situazione è Kq-8q-2q-X. Qui la prima intenzione è fare slow play e sperare che al river scenda il quarto quadri per provare ad intrappolare l'avversario con in mano la donna di quadri, ma questa è una giocata inutile, perché l'avversario deve avere 2 carte di quadri nella propria starting hand per chiudere il colore! Es.2: un altro aspetto del colore sono le starting hand. Quando per esempio la mano iniziale è Ac-Jc-4c-2c la prima impressione è che la mano sia ottima. Nulla di così lontano dalla verità, perché praticamente la nostra unica opzione di gioco è il colore all'asso, ma dovendo utilizzare necessariamente due carte della mano iniziale, si perdono in partenza due out per un possibile colore.

Viktor Blom, un grande giocatore di OmahaScala interna (Belly-buster straight). Si dice quando si ha la necessità di una carta per completare una scala e questa carta non è all'estremo. Per completare una scala interna potrebbero servire anche due carte, una scala runner-runner.

Doppia scala interna (Double Belly-buster straight). Una scala interna che però a livello di out si comporta come una scala aperta.

Scala bilaterale (o aperta). Quando serve solo una carta per chiudere il progetto di scala e si hanno due opzioni per chiudere il punto.
Wrap. Questa è la scala propria del gioco dell'Omaha, che si potrebbe definire come una scala con più di 8 out a disposizione per completarsi. Es.1: starting hand K-Q-9-X con il flop J-T-X. La scala in questo caso si chiude con le seguenti carte: assi (A-K-Q-J-T), i kappa (K-Q-J-T-9), le donne (K-Q-J-T-9), I 9 (K-Q-J-T-9) e gli 8 (Q-J-T-9-8).

Set e trips. Il set nel gioco dell'Omaha il set è come nell'Hold'em e per chiudere un ful è necessario che il board si parifichi. Però se abbiamo trips le nostre possibilità di chiudere full aumentano. Es.1: starting hand 8-9-T-J con flop 8-8-k. In questo esempio possiamo chiudere full con 9, T o J.

Doppia Coppia. Quella della doppia coppia è un punto che può avere speranze solo per un semi-bluff, da late position su un flop completamente scoordinato. 


Nel prossimo articolo vedremo le varie starting hand: le migliori e le peggiori.