Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

A Las Vegas si gioca a poker live ormai da un pò e le Wynn Spring Signature sono la serie di eventi del momento, iniziati molto bene visto che il torneo da buy in 1.100 dollari ha richiamato 851 giocatori ai tavoli che hanno più che raddoppiato il garantito da 400K, portandolo a $833.300.

 

Non è certamente il primo torneo che si gioca a Las Vegas e più in generale negli States. Abbiamo già parlato di come il WTP in Florida abbia fatto numeri da record con la ripresa post-pandemia del poker live (leggi qui), ma anche a Las Vegas, patria del gioco, si stanno svolgendo le Wynn Spring Signature iniziate molto bene.

Si tratta di una serie di tornei nel mese di maggio programmati nel lussuoso casino della strip, e il primo Main Event da 1.100 di buy-in (Texas Hold'em NL) è stato subito un successo, preso d'assalto da 851 iscritti sui su tre flight di partenza e un prizepool di $833.300, più del doppio rispetto ai 400K garantiti dall'organizzazione.

Per la cronaca, la vittoria è andata a Maziar Keshavarzi che con $105.089 stabilisce il premio più alto che ha mai vinto in un torneo live visto che la sua precedente prima moneta più ricca era quella delle Latin Series of Poker Millions del 2014 per $75,675. Keshavarzi raggiunge i $720,565 vinti in carriera nel poker live.

Oltre a David Levy e a Jerod Smith rispettivamente al 6° e 5° posto, erano molti i big in gioco, e diversi di loro hanno piazzato la bandierina finendo a premio: Faraz Jaka (82°), Shannon Shorr (79°), Manig Loeser (68°), Ankush Mandavia (50°), Qing Liu (49°), Ben Palmer (45°), Jordan Cristos (18°), William Givens (15°) e Jack Hardcastle (12°).

FINAL TABLE
1 Maziar Keshavarzi $105,089
2 Brian Meadows $91,884
3 Jesse Lonis $89,486
4 Michael Azzaro $71,000
5 Jerod Smith $34,374
6 David Levy $26,791
7 Moshe Gavrieli $21,541
8 Daniel Park $17,874

Quando si tornerà a giocare a poker live in Italia? Nel belpaese la situazione sembra ancora lontana dal poterci permettere la riapertura dei circoli, ma a Malta qualcosa si muove e secondo le ultime notizie, come si legge anche su GiocoNews, dalla prima settimana di giugno si dovrebbe tornare alla normalità, con l'isola maltese che ormai registra dai 5 ai 15 casi di positività al giorno, con la campagna vaccini che procede spedita. Aspettiamo però a cantar vittoria visto che nei mesi scorsi era già stato programmato un torneo a Malta, poi annullato per il riaggravarsi della situazione pandemica, ma se tutto procederà come atteso, dai primi di giugno riapriranno i casino, e con loro l'azione del poker live e magari qualche bel torneo.