Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Il King’s Resort di Rozvadov, dove si è da poco giocato il tavolo finale del main event Wsop vinto da Damian Salas, e gli altri casinò della Repubblica Ceca sono costretti a richiudere dopo appena 15 giorni. 

 

La stretta del Covid continua in tutto il mondo, Repubblica Ceca compresa, e il Governo ceco ha deciso un nuovo lockdwn con nuove misure restrittive per le feste di Natale e con relativa chiusura anche delle case da gioco, come il King’s Resort di Rozvadov, dove da poco è andato in scena il final table del main event Wsop vinto da Damian Salas (leggi qui), campione del torneo International che ora volerà a Las Vegas al Rio Casino per giocare l’heads up da 1 milione di dollari del 30 dicembre contro il campione statunitense.

Si tratta di un ennesimo duro colpo al settore costretto a chiudere nonostante protocolli sanitari rigidissimi con test anche sul posto. Almeno si è fatto in tempo a giocare l'evento delle WSOP ma ci si interroga anche per il 2021 a questo punto, con alcuni tornei anche italiani, già programmati, come il Tana delle Tigri che si dovrebbe giocare a marzo al Perla di Nova Gorica (leggi qui).