Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

La voglia di tornare a giocare a poker live dopo la pandemia non risparmia nemmeno un "giovanotto" come Doyle Brunson, autentico mito del poker, che è tornato sui suoi passi e sulla decisione di 3 anni fa di non giocare più eventi alle WSOP, e invece per l'edizione 2021 ci sarà anche Texas Dolly.

 

A poche ore dal rilascio dello schedule completo delle WSOP 2021 al via dal 30 settembre, non si è fatto attendere un cinguettio dal mitico Doyle Brunson che torna sui suoi passi di non giocare più eventi WSOP, visto che starebbe pianificando il ritorno al Rio in questa edizione 2021, la prima nell'epoca della pandemia.

"Sto pianificando di giocare pochi e selezionati tornei alle WSOP quest’anno", con questo messaggio via social Brunson conferma la sua partecipazione e c'è già un evento in particolare nei suoi pensieri, il Championship 2-7 Lowball, torneo che giocò anche nell'edizione del 2018 e dove chiuse al 6° posto, e proprio al termine di quel torneo Brunson aveva dichiarato che quello sarebbe stato il suo ultimo torneo alle WSOP, sostenendo di non essere più in grado fisicamente di reggere le lunghe maratone ai tavoli verdi.

Ancora il 2-7 Lowball quindi come possibile ultimo atto della carriera di questo mitico giocatore che in carriera vanta 10 braccialetti WSOP: "Andrò al Rio a giocare il torneo di 2-7 lowball. Probabilmente sarà l’ultimo che giocherò". Non è chiaro se sarà la versione No Limit del 25 ottobre o quella Limit del 30 ottobre.

Poche speranze di vederlo al torneo-maratona per antonomasia, il Main Event dal field oceanico, ma i ripensamenti dell'ultimo minuto possono sempre arrivare come abbiamo visto. Ci sarebbe poi l'evento Poker Hall Of Fame Bounty No Limit Hold’em che Brunson potrebbe giocare gratis e con taglia sopra la propria testa, essendo uno degli Hall Of Famer, forse il più noto.