Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Con l'aiuto del coach Lorenzo Melocchi, vi diamo qualche dritta per migliorare il vostro gioco nel poker cash. Leggete con attenzione tutte le indicazioni e per qualsiasi dubbio venite sul forum di PIW, il nostro Matrox è pronto ad aiutarvi.


Miglioriamo le nostre Skill

Per prima cosa postate le vostre mani dubbie sul forum di PIW aprendo un thread per ognuna di esse. Partecipate attivamente alle discussioni sulla condotta di gioco nelle mani postate in area tecnica, non abbiate paura di scrivere cose sbagliate, errare è umano e capita (più spesso di quanto possiate immaginare, anche ai coach) e sbagliando si impara!

Leggete il più possibile, articoli sui forum (ad esempio 2+2 se non avete problemi con l’inglese) o libri. Leggete con attenzione se potete tutti i thread di discussione della sezione didattica del forum, ma anche se vi limiterete a leggere solo 2 o 3 analisi al giorno, imparerete comunque molto e in poco tempo, ricordatevi dopo una settimana circa di andare a rileggere quei concetti che non siete sicuri di avere compreso ed assimilato in pieno.

Dopo ogni sessione di gioco fate revisione delle mani con cui avete perso di più con holdem manager, fatela analizzare da qualche amico che gioca i vostri limiti e postatela sul forum chiedendo agli altri utenti e ai coach se avete giocato nel modo migliore massimizzando il vostro valore atteso. Cercate di capire dove avete sbagliato (se avete sbagliato) e ricordatevelo quando nelle future sessioni vi troverete ad affrontare degli spot simili, questo è davvero il modo migliore (e quello che personalmente uso nelle prime sessioni di coaching) per trovare i leak più grossi (un esempio classico è la gestione delle mani TPGK ovvero top pair good kicker spesso overplayate).


Poker cash game: miglioriamo le nostre skillFate sempre attenzione a quello che leggete, spesso, molte delle informazioni che troverete saranno utili contro avversari pensanti, cosa che ai micro è rara, troverete invece anche molti concetti applicabili che dovrete valutare di volta in volta, se i concetti sono di per sé +ev ma non efficaci in relazione al vostro livello, il risultato sarà solo controproducente. Una volta che, come abbiamo già visto in un degli articoli precedenti, starete battendo il limite, allora potrete iniziare a cercare il thin value (valore sottile) giocando molto di più sui vostri avversari grazie alle letture più precise.

Ad esempio se siete heads up al flop contro un regular che multitabla e fa sempre la cbet quando il board non hitta il suo presunto range di open raise preflop, che fare? In questo tipo di spot un buon approccio può essere quello di raisare la bet (meglio su flop dry) oppure di fare floating, ovvero chiamare al flop con l’intenzione di bettare il turn. Se il regular sa che anche hero (voi) è un reg del livello, è ragionevole callare la sua continuation bet al flop con TPGK e giocare in c/c (check call) turn e river (notate la profonda differenza con l’approccio visto fino a questo punto del corso) questo perché se ha cbettato air (in bianco) sarà felice di giocare in check down il resto della sua mano.

Potete anche iniziare a rappresentare, sempre contro gli altri regular, le scary cards, rubare i bui quando ci sono nit (giocatori molto tight) nei bui e tutto le giocate di livello superiore al c.d. ABC poker. Certo prima di incorporare queste mosse ai tavoli dovete capirle e assimilarle ma, se avrete battuto i micro limiti è ora che impariate ad espandere i vostri orizzonti e ad arricchire il vostro arsenale, non basterà più prendere valore dai fish per avere un buon win rate, dovrete anche imparare ad affrontare i regulars.Ricordatevi che i fish restano tali anche al NL200 e oltre, contro di loro dovrete sempre giocare il vostro poker standard giocando per valore puro.