Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Selezionare il tavolo e la sedia dove sedersi per giocare il poker cash game online è fondamentale per chi cerca di fare profit. A spingere questo concetto è anche Carlotta Ceccatelli, bravissima professionista del team Winga Poker.


La Ceccatelli è salita alla ribalta del poker online italiano per la sua incredibile scalata ai tavoli poker cash game, partita infatti dai low limits è arrivata in breve tempo a giocare anche il NL400. Un successo che ha attirato l’attenzione di molti, tanto da conquistarsi questa meritata sponsorizzazione con il team pro di Winga Poker. Quello che segue è uno stralcio del blog personale che la bella carmilla89 tiene sul sito ufficiale di Winga.

"Se giocate a poker per profitto la table e la seat selection sono i punti di partenza fondamentali. Anche in questo caso si tratta di concetti relativamente nuovi per chi si approccia ora al poker cash game: in un MTT venite spostati continuamente da un tavolo all’altro mentre per quanto riguarda i sit'n'go è possibile fare un minimo di table selection ma solitamente per un grinder di sit ha più importanza fare un enorme volume di gioco piuttosto che prestare attenzione alla selection.

Nel poker cash game non è così, in ogni momento della vostra sessione potete decidere quali tavoli giocare e in che posizione sedervi. Si tratta di un vantaggio enorme e pertanto va sfruttato al meglio: è un pò come poter decidere di aprire un negozio nella via più trafficata del centro città piuttosto che in una desolta periferia. Ovviamente nella prima ipotesi Uno dei tavoli di Winga Pokerfarete molto più soldi e lo stesso concetto vale nel poker, dovete stare vicini ai vostri migliori clienti: i giocatori più scarsi di voi.

La cosa miglore è che non costa nulla, se non un pò di pazienza. Per un’efficace table selection come prima cosa dovreste avere un metodo molto rapido per individuare i giocatori occasionali. Ai tavoli della poker room di Winga, as esempio, c'è la possibilità di segnare ogni giocatore con un pallino di un certo colore. Questa potrebbe essere un ottima soluzione: ogni volta che incontrate un giocatore che ritenete scarso, segnatelo con un pallino colorato e lo stesso potete fare con i regular, assegnando un diversocolore ai players che più temete in modo che ogni volta che aprirete i tavoli ad inizio sessione avrete un’idea abbastanza precisa dei tavolia cui vi state per sedere.

Una volta che avete deciso a quali tavoli vale la pena prendere parte toccherà concentrarsi sulla seat selection. In questo caso potete tenere a mente una regoletta molto semplice: meno mani un player gioca, più sarete contenti di averlo alla vostra sinistra; viceversa i player che giocano moltissime mani sarà meglio averli alla vostra destra.

Avere un giocatore molto loose alla nostra sinistra può essere problematico perchè chiamerà i nostri rilanci e le nostre continuation bet quasi sempre, dunque sarà molto difficile assegnargli un range e prendere decisioni ottimali quando siamo fuori posizione con mani marginali. Ancor più fastidioso può essere avere un regular molto aggressivo alla nostra sinistra in quanto potrà sfruttare il vantaggio di posizione permetterci in continua difficoltà con molte 3bet preflop e lottando per ogni pot anche post flop.

Quindi fate attenzione a questi fattori e non abbiate paura di cambiare posto o tavolo anche nel corso di una sessione".