Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

La bella e brava Carlotta Ceccatelli è salita alla ribalta del poker online italiano per la sua incredibile scalata ai tavoli poker cash game. Oggi vi proponiamo un interessante articolo, su questa modalità di gioco, scritto dalla pro del team Winga Poker.


Poker cash game: giocare contro i limpers

Se state giocando ai microlimiti sapete meglio di chiunque altro di cosa sto parlando: i limpers sono spesso giocatori occasionali, molto loose e a cui piace foldare poco. In sostanza, sono la vostra principale fonte di profitto e proprio per questo è importante saper giocare alla perfezione contro questo tipo di players. Isolare i limpers è fondamentale nel poker cash game in quanto, come abbiamo detto, sono giocatori tendenzialmente scarsi e pertanto avete il massimo interessa a giocare più spesso possibile un piatto contro di loro.

Per capire come affrontarli al meglio dobbiamo fare una distinzione tra due tipologie di players. Esistono players nit che limpano soprattutto con small pocket pair per seminare e poche altre mani speculative. Difficilmente vincerete grossi piatti contro questa tipologia di giocatori ma hanno il grosso vantaggio di giocare in maniera estremamente leggibile: faranno azione aggressiva soltanto se settano o se legano un punto molto forte sul flop, negli altri casi abbandoneranno il piatto piuttosto facilmente. Questo significa che potete isolarli con range piuttosto ampio per poi cbettare quasi ogni flop: otterrete davvero spesso un fold e rubare loro un grande numero di piccoli piatti è il metodo migliore per exploitare la loro strategia di gioco.

L’altra categoria di limpers è quella che vuole semplicemente vedere il maggior numero di flop possibile, talvolta sono players che limpano con il 50% o più delle mani. Contro di loro è profittevole rilanciare tutte le mani che possono darvi buone possibilità di legare delle top pair decenti: mani come A9o, KTo e simili acquistano molto valore contro questi players. Infatti quando giocate contro regulars queste sono spesso mani dominate con cui rischiate soltanto di cacciarvi in situazioni complicate, mentre contro limpers loose sono sufficientemente forti da poter estrarre il più delle volte almeno due streets di valore. Ovviamente i vostri range di isolamento vanno adattati anche alla vostra posizione, agli stack dei limpers e al loro numero. POSIZIONE: non è altro che il medesimo concetto che applicate quando dovete aprire il gioco con un rilancio standard, più siete vicini al bottone più potete isolare wide.

  1. Da sb è meglio evitare di isolare con la tipologia di mani di cui parlavamo prima (A9o ad esempio) in quanto sarete sempre fuori posizione e questo vi impedisce di estrarre La bella pro di Winga Pokervalore o potcontrollare al meglio. Da bb vale un discorso simile, ma non fate l’errore di checkare con broadway decenti come KJo o QJ, specialmente se il limper è in late position: avete quasi certamente la best hand pertanto fatela valere da subito; piuttosto è consigliabile limitarsi al check da bb con small pp o altre mani speculative con cui preferite tenere il piatto piccolo. Fa eccezione quando il limper è sb: in questo caso chiaramente potere isolare con un range molto molto ampio.
  2. STACK: se il limper non gioca con 100bb o peggio ancora ha uno stack inferiore ai 50bb mani come suited connectors e Ax suited perdono molto valore: raisando vi trovate con un piatto molto grosso rispetto allo stack rimanente e dunque scarsa possibilità di manovra. Questo è un grosso limite se state giocando mani che vi danno spesso dei draw o delle coppie medie pertanto la scelta sarà tra il fold e l’overlimp in posizione. Al contrario se siete molto deep con il limper (ad esempio oltre i 200bb) potete allargare il range a più o meno qualunque mano suited giocabile e anche qualche connector off suited.
  3. NUMERO DEI LIMPERS: non amo molto l’overlimp in posizione, tuttavia in certi casi può essere profittevole quando i limpers sono 3 o più. Ovviamente questo accade più spesso nei tavoli full ring ed è una situazione più inusuale per i giocatori di 6max. In ogni caso quando il numero di limpers vi fa pensare che un vostro rilancio avrebbe fold equity quasi nulla, ha perfettamente senso overlimpare e dare action solo quando hittiamo molto bene.

Un’altra motivazione per overlimpare è la presenza di un giocatore molto scarso sui blinds: se optate per un isolation raise su più limpers spesso il suo importo sarà sostanzioso, anche 6 big blinds o oltre. In questo modo rischiate di tagliar fuori dal gioco il giocatore sui blinds, scegliendo di appoggiarvi avrete anche lui nel piatto obbligandolo a giocare con trash hands postflop con lui quali spesso commetterà molti errori.


Per concludere, la situazione più comune in cui vi troverete ad overlimpare è da sb. Ovviamente avrete sempre ottime pot odds per entrare in gioco ma bisogna fare attenzione a non abusarne. Difficilmente volete mettere in un piatto limpato multiway tutto lo stack con top pair no kicker dunque foldate tutte le mani che potrebbero darvi problemi. Non dovete pensare che vi costa solo mezzo big blinds, pensate a tutti i blinds che rischiate di perdere giocando mani molto marginali in un piatto limpato fuori posizione.