Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Subito dopo aver completato la bankroll challenge iniziata due anni fa, Doug Polk a sorpreso tutti dichiarando di dire addio al poker. Ora vedremo se sarà un altro giocatore di poker in pensione “finto”, che a breve ritroveremo subito in azione ai tavoli live o online.


Non appena completato la bankroll challenge Doug Polk ha dato l’annuncio del suo ritiro in diretta, ringraziando tutto per averlo seguito in questa sua ultima impresa: “Ho vinto a modo mio, con aggressività. Sapevo di avere un edge importante e quindi ho cercato di portarlo ai limiti più alti. Se volete far crescere il vostro bankroll non fate come ho fatto. Le cifre in gioco non erano rilevanti per le mie finanze”.

Una challenge che gli ha permesso di trasformare 100 dollari in 10mila dollari, cifra che investirà per il suo divertimento personale, ufficializzando il suo addio al poker:

“Ci ho pensato molto e non mi sono preparato per questo momento: non continuerò a giocare a poker. Amo il poker, mi ha dato tutto ed è un gioco stupendo, che mi ha permesso di realizzare tutti i miei sogni. Ma ora mi annoia, è diventato un lavoro e non mi diverte più. Abbiamo una sola vita e non voglio spendere il mio tempo facendo qualcosa che non può darmi altro”.

“Ora voglio provare altre emozioni: sono dentro alle crypto e alla produzione di contenuti. Ho un paio di business e mi piace fare streaming. Continuerò a creare contenuti, non scomparirò. Continuerò a fare video sul poker ma non giocherò più. È triste perché ho giocato molto negli ultimi dieci anni, ma ormai ho fatto tutto quello che potevo fare. Sono onesto: nel poker non ho più stimoli“.

Ringraziamenti finali: “Voglio ringraziare Kate. Molte fidanzate impazziscono quando il loro ragazzo gioca a poker ma io non ricordo una sola volta in cui si sia lamentata, nemmeno quando giocavo sessioni da 10 ore chiudendo in breakeven. Le avevo detto che avrei finito a novembre e invece ce l’ho fatta in pochi giorni. Visto che adora Vancouver, magari giocherò ancora online in futuro, magari lo SCOOP. Ma non giocherò più a poker come ho fatto fino ad ora”