Pubblicato il da Stefano "Il Profeta" Scorrano

Ufficiale il rinvio dell'heads up finale delle WSOP 2020, dal quale scopriremo chi sarà il campione del mondo di questo difficile anno, nell'edizione ibrida live-online. 

 

Confermato l'heads up finale dal Rio di Las Vegas per decretare il campione del mondo 2020 delle WSOP, col testa a testa conclusivo tra il campione International, Damian Salas, e il campione domestic, Joseph Hebert.

Damian Salas ha giocato il tavolo finale Wsop International lo scorso 15 dicembre al King’s Resort di Rozvadov, vincendo 1,55 milioni di dollari, e ora in palio c'è il titolo di campione del mondo ma anche un 1 milione di dollari in più.

A Salas però è stato negato l’ingresso negli Stati Uniti per alcuni giorni. Deve quindi scadere la quarantena per Salas dopo essere stato in Europa e ora è ormai definitivo che si volgerà domenica 3 gennaio alle 17. Non sono neanche valsi i tamponi negativi al Covid-19 e un certificato di esenzione elaborato dalle Wsop: Salas è stato respinto dai funzionari statunitensi e ha dovuto stazionare alcuni giorni chissà dove visto che potrà entrare negli Stati Uniti sabato 2 gennaio e la partita si svolgerà il giorno successivo.

C'erano già stati dei problemi in questa edizione, come il cinese Peiyuan Sun che aveva disertato il final table di Rozvadov (forse per problemi politici in quel caso, leggi qui), ma poi c'è stato anche il caso di Upeshka De Silva che è stato squalificato senza possibilità d’appello dal final table domestic. In questo caso però si è pensato al rinvio visto che si trattava di un heads up e non si poteva assegnare il titolo e il milione a Hebert senza neanche giocare.