Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Abbiamo parlato di World Series of Poker e criptovalute con il buon Enrico Mosca. Il piemontese ci ha confidato di essere già pronto per la lunga trasferta a Las Vegas. Ma non solo...

 

PIW: Ciao Enrico, bentornato su PIW. Allora tutto pronto per le World Series of Poker 2018? Quando parti?

Enrico: Ciao Peppe. Si, è tutto pronto per la partenza... non vedo l'ora di essere a Las Vegas. La mia avventura inizierà il 22 giugno, quando le WSOP saranno entrate nella fase più importante. Intanto ho già venduto un po' di quote nella speranza di far felici gli amici che mi hanno dato ancora una volta fiducia.

PIW: Hai già stilato il programma degli eventi che giocherai?

Enrico: Si, più o meno! Penso di giocare 5 eventi ufficiali tutti nella modalità No Limit Hold'em. Nel dettaglio farò un paio di tornei da 1.500 dollari di buy in, uno da 3.000 dollari più il Crazy Eights da 888 dollari, del 30 giugno, e naturalmente l'imperdibile Main Event da 10.000 dollari di buy in schedulato per i primi giorni di luglio.

PIW: So che a Vegas non porterai molti contanti perché userai i tuoi bitcoin per pagare le spese ed i buy in dei tornei. Una bella comodità per chi è costretto ad affrontare lunghe trasferte come questa americana. Credi che avrai problemi nel 'cambiarli' o ti sei già informato come muoverti?

Enrico: Le criptovalute stanno risolvendo moltissimi problemi, grazie alla loro velocità e alla sicurezza. Adesso non sono più obbligato a spostarmi con tanto contante e anche tra player ci si scambia valuta via Wallet. In questo senso ho aperto anche una carta di credito, con conto in bitcoin, dalla quale posso prelevare in moneta Fiat o eventualmente fare bonifici dal conto.

PIW: Ed a proposito di bitcoin, abbiamo visto tutti le foto delle tue 'macchine' su Facebok. Come mai hai deciso di investire, e direi anche tanto, in questo settore?

Enrico: Mi sono appassionato al Mining, che per me è un ottima resa passiva. Il sistema è onestamente un po' articolato ma credimi ne vale assolutamente la pena. Per quanto mi riguarda sto avendo già degli ottimi risultati. Ovviamente non diventi ricco ma la rendita delle macchine è discreta e permette di avere buoni margini di guadagno.

Uno degli eventi delle WSOP 2018
Uno degli eventi delle WSOP 2018


PIW: Nei tuoi interventi sui social hai sempre parlato di 'similitudini' tra il mondo del poker e le criptovalute. Puoi spiegare meglio il tuo concetto?

Enrico: Il poker e le cripto hanno molte similitudini come, per esempio, la gestione del roll che è fondamentale. Si dovrebbe investire in cripto una percentuale bassa del banckroll che abbiamo a disposizione e come nel poker si dovrebbe giocare in base alle propria possibilità. L'importante è sempre bilanciare il portafoglio e azzardare il meno possibile, studiando i progetti tecnologici più validi in tutti i loro aspetti. Diciamo che in entrambi i campi, lo studio e la disciplina sono fondamentali!

PIW: Che consigli daresti a chi si vuol avvicinare a questo nuovo mondo?

Enrico: Di studiare! Ma non solo... entrare piano, parlando tanto con chi conosce il mondo Cripto. In questo senso ci sono tantissimi forum, blog e video veramente ottimi.