Le leggende del poker: Amarillo Slim

Insieme a Doyle Brunson è probabilmente il giocatore più rappresentativo del pionierismo del poker: Amarillo Slim Preston, classe 1928, uno dei più grandi pokeristi di tutti i tempi. Ecco la storia di una vita dedicata al Poker!

Home » Interviste ai giocatori » Le leggende del poker: Amarillo Slim

Insieme a Doyle Brunson è probabilmente il giocatore più rappresentativo del pionierismo del poker: Amarillo Slim Preston, classe 1928, uno dei più grandi pokeristi di tutti i tempi. Ecco la storia di una vita dedicata al Poker!

 

 

Amarillo Slim (vero nome Thomas Austin Preston) è una delle leggende viventi del poker mondiale. Nato il 31 dicembre del 1928 da ragazzo si dedica con successo al biliardo, raggiungendo anche in questo sport il livello professionistico. È però agli inizi degli anni sessanta che entra a far parte della carovana del poker statunitense e, pur mantenendo un’evidente passione per il panno verde, dalla stecca passa alle carte.

 
A quei tempi i Rounder erano costretti a muoversi in lungo e in largo per gli Stati Uniti alla ricerca di partite favorevoli ed è proprio durante questi spostamenti che Amarillo incontra Doyle Brunson e Sailor Roberts, certamente fra i migliori giocatori dell’epoca.
 
amarillo_slim2.jpg
Amarillo Slim
 
Qualche anno più tardi, con l’ascesa del poker in modalità torneo e le primissime edizioni delle World Series of Poker, Amarillo Slim si consacra al pubblico americano portando a casa il Main Event Wsop 1972. Il torneo vede pronti ai nastri di partenza solamente otto giocatori, un numero inverosimile se paragonato ai tornei attuali; la formula prevede un solo premio al primo classificato. In gara, oltre ad Amarillo Slim, Walter “Puggy” Pearson (secondo classificato), Doyle Brunson, Crandell Addington, Jack Straus, Johnny Moss, “Jolly” Roger Van Ausdall e Jimmy Casella. Vincendo, Amarillo si portò a casa $80.000. Una curiosità: essendo ancora uno sport poco praticato e molto acerbo il regolamento non era evidentemente ancora ben definito. Fu così che Doyle Brunson, vittima dell’influenza, una volta rimasti tre giocatori al tavolo decise di vendere le sue chip agli avversari e guadagnando così $20.000
 
amarilloslim2.jpg
Amarillo nel 2011
 
Dopo l’exploit al Main Wsop Amarillo riesce a sfruttare la popolarità guadagnata e compare in diversi Talk-show americani oltre a recitare un piccolo cameo in California Split di Robert Altman. Vincerà 4 braccialetti Wsop durante la sua carriera, l’ultimo dei quali alle World Series del 1990.
 
Curiosità:
 
  • La celebre frase pronunciata da Matt Demon nel film “The Rounders – Il Giocatore”, «Se nella prima mezzora non capisci chi è il pollo, allora il pollo sei tu», è universalmente attribuita ad Amarillo, pur senza fonti attendibili.
  •  
  • Amarillo può vantare partite a poker con Larry Flynt, Lyndon Johnson e l’ex presidente degli Stati Uniti Richard Nixon.
  •  
  • Membro della Poker All of Fame dal 1992.

 

 

:bannerpartypoker200:

 
scritto da Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin