PIW Intervista: Emanuele ‘FReEeeeEeZeR’ Pieroni

Emanuele ‘FReEeeeEeZeR’ Pieroni, classe 1984 e membro del TeamPro di PowerPoker, uno dei TopGrinder del poker.it, si racconta a PokerItaliaWeb intervistato da ilFilosofo. Ecco cosa è scaturito dall’incontro.

Home » Interviste ai giocatori » PIW Intervista: Emanuele ‘FReEeeeEeZeR’ Pieroni

Emanuele ‘FReEeeeEeZeR’ Pieroni, classe 1984 e membro del TeamPro di PowerPoker, uno dei TopGrinder del poker.it, si racconta a PokerItaliaWeb intervistato da ilFilosofo. Ecco cosa è scaturito dall’incontro.

 

 

 

Emanuele Pieroni, nel poker sei conosciuto come FReEeeeEeZeR. Anzitutto: hai scelto il nick per mettere in difficoltà i blogger o c’è una storia dietro? 🙂

 

Dunque in realtà è stata una cosa abbastanza casuale, nel marzo 2009 quando apriva pokerstars.it ed eravamo costretti a trasferirci lì dal .com io stavo riguardandomi tutta la serie DragonBall Z di cui ero appassionato da ragazzo. Il mio personaggio preferito della serie è sempre stato Freezer, ma per non renderlo così semplice, anche per chi mi volesse sharkare, l’ho complicato un po’.

 

Fai parte del team di PowerPoker, un team prevalentemente online ma che non sfigura affatto negli eventi live ai quali partecipa. Una cosa che mi ha sempre colpito del vostro Team è l’affiatamento e l’amicizia che vi lega. Quanto credi sia influente il rapporto con i tuoi colleghi per ottenere i risultati ottimi che fai registrare online?

 

Innanzitutto c’è da dire che molti di noi si conoscevano anche da prima, nel 2009 giocavamo tutti su PokerStars e passavamo le sere in conversazioni su Skype, scambiandoci idee e consigli o anche solo divertendoci fra noi come veri amici; ritrovarci quindi nel 2010 tutti in un team è stato bellissimo e sicuramente ci siamo aiutati a vicenda ad affrontare le difficoltà che comportava un passaggio ad una room diversa, player diversi, strutture e modi di gioco diversi. È quindi stato fondamentale per i miei risultati essere parte di un gruppo di amici che non siano solo insieme per fare le foto.

 

pieroniPPC.jpg

FReEeeeEeZeR al tavolo

 

Com’è cominciata la tua avventura nel poker?

 

Come quella di tantissimi ragazzi, guardando per caso il film Rounders (il giocatore) e dicendo: “no dai, questa dev’essere la mia vita!”… inseguendo un sogno insomma. Dopo aver visto il film (era il 2006) la prima cosa che ho fatto è stata girare come un matto in internet e cercare di trovare più informazioni possibili. All’epoca in Italia non era come adesso, c’era sì e no un centesimo dei materiali disponibili ora agli utenti, per cui dovevo barcamenarmi tra forum e siti stranieri, sfruttando quell’inglese mediocre che conoscevo. Comunque, mentre raccoglievo informazioni era importante anche metterle in pratica, mi iscrissi su Unibet perchè avevo letto recensioni interessanti, e per giocare, siccome non avevo ne’ carte di credito ne’ postepay, usavo le carte Kalibra da 50 euro del tabaccaio… ne avrò comprate una decina lol…. Le perdevo puntualmente in un giorno, così capii che qualcosa non andava. Imparai l’importanza del partire dal basso, del bankroll management (con quei 50 euro mi mettevo a giocare l’1/2 NL… un filino fuori roll!). Devo dire che piu perdevo più capivo queste cose – tanto nessuno nasce imparato – all’inizio  del resto bisogna perdere per capire come vincere.

 

freezer

Freezer, il personaggio di DragonBall Z a cui è ispirato il Nick di Emanuele 

 

Avevo realizzato che non avevo abbastanza fondi per giocare seriamente (quelli che avevo me li ero bruciati in carte prepagate) e così decisi di andare a fare una stagione come aiuto cuoco invece di passare un’altra estate a spasso. Con quei soldi a settembre avrei potuto inziare da livelli che consideravo accettabili, il $0,25/$0,50 partendo da un buon roll di base. E così andò, mentre lavoravo pensavo che lo facevo per inseguire un sogno e non mi pesava. Non vedevo l’ora di partire e nel frattempo continuavo a studiare e informarmi su più cose che potevo.

Così a settembre del 2006 inziai su PokerStars.com, che era ovviamente la migliore. Dopo pochi mesi senza neanche rendermene conto ero a tutti gli effetti un grinder: ero passato dal giocare 2-3x i tavoli cash da $0,25/$0,50 a giocare 24x al NL100 ed ero diventato Supernova. Fu lì che mi scottai seriamente per la prima volta: stiamo parlando del 2007 ormai…

 

pieroniPPC1.jpg

Emanuele durante il PPC a Portorose

 

Il mestiere del Grinder non è tutto rose e fiori. Hai mai pensato di fare il fiorista che invece…? No scherzo: hai mai pensato di smettere?

 

Sì, ti dicevo già nel 2007 ero arrivato ad un punto che solo pochi mesi prima potevo solo sognare, i frutti del mio lavoro estivo erano sbocciati (a proposito di fioristi…) ed ero tanto galvanizzato, troppo. Decisi di fare Level Up al NL400, e dopo un breve rush iniziale persi tutto il mio roll in pochi giorni, ma proprio tutto tutto. Era il mio primo vero TILT e non riuscivo proprio a smettere di giocare, dovevo recuperare e ovviamente giocando tiltato e in bas run contro i regular di quei livelli di ps.com non sono durato più di una ventina d’ore. Mi ero bruciato tutto, i soldi della stagione e quello che avevo guadagnato fin lì. Ricordo che quella notte non dormii, il giorno dopo ero ancora lì che vagavo per la camera scuotendo la testa e guardando la cassa che diceva 0.00$; è stato terribile e sai cosa ho fatto? Visto che arrivava l’estate del 2007 ho chiamato un mio amico (avevamo fatto entrambi l’alberghiero insieme) e gli ho detto “ohi, c’è un posticino anche per me questa stagione al Raggiazzurro (il ristorante dove lavorava)? Tutto da capo.

 

pieroniminigolf.jpg

Emanuele con i compagni di Team impegnato nel MiniGolf

 

Dentro di me sapevo che c’era una grande possibilità nel poker online e rappresentava l’unico modo per poter aspirare ad una vita diversa da quella che altrimenti mi si prospettava. Insomma, feci un’altra stagione ed è stata durissima: lavoravamo anche 14 ore al giorno in una cucina con 50° mentre la gente dall’altra parte della strada si crogiolava al mare. Di ogni stipendio davo i 2/3 a mia madre perchché me li mettesse nel suo libretto postale dicendole “ridammeli tutti a settembre a fine stagione”. Dopodiché la stagione finì e io ricominciai dal NL50, riscalai brevemente il livello fino al NL100: ma stavolta mi fermai lì. Poi ci sarebbe altro da dire, ma è davvero troppo lunga!

 

Il 2010 per te è stato un anno che credo non possa farti avere rimpianti, il 2011 è appena iniziato e seppur scontata non posso esimermi dal farti la domanda più classica: che progetti hai per il nuovo anno?

 

Veramente un po’ di rammarico per il 2010 ce l’avrei, i primi mesi dell’anno mi sono adagiato un po’ troppo sugli allori e sui risultati che avevo ottenuto l’anno precedente. Quindi quei mesi di gioco li ho letteralmente buttati via, giocando male e senza essere concentrato veramente. Nel 2011 voglio confermarmi tra i top regular vincenti nelle .it nella categoria Head’s up, che mi appassiona molto perchè c’è parecchio gioco postflop e mi ricorda le mie origini (il cash game). Ed è appunto con l’uscita del cash.it,  che sto aspettado con trepidazione, che tornerò sicuramente a giocarlo volentieri, perchè prevedo mesi dove ci sarà molto da raccogliere. Quindi 2011 di HU SNG High Stakes e Cash per vedere quale sarà più profittevole.

 

 

postazione

La postazione di gioco online di FReEeeeEeZeR

 

Per concludere questa intrvista che personalmente mi ha molto coinvolto, c’è una domanda in particolare che vorresti ti venisse rivolta?

 

Vorrei solo che non si pensasse che quello che faccio sia facile. Grindare, giocare a poker online ed essere costantemente vincenti è di una difficoltà enorme ed è per questo che tantissimi ragazzi, anche molto bravi tecnicamente, non ce la fanno ad emergere o comunque a rimanere nell’ambiente per lungo tempo. Più che la tecnica, per fare di questo gioco un lavoro, conta la testa, il famoso mindset, che è la chiave di tutto per me. Bisogna essere sempre calmi, pazienti, riflessivi e non farsi prendere dallo sconforto nei momenti bui. Bisogna tenere duro quando le cose non vanno mentre tutti intorno a te ti prendono per pazzo. Queste sono le cose davvero importanti.

 

Emanuele grazie del tempo che ci hai dedicato e grazie anche per il contributo importante che hai sempre dato alla nostra comunity sulla quale tieni anche il blog personale. Ci diamo appuntamento ai prossimi live!

 

Grazie a ter e a tutta PIW, con questa intervista ho ripensato a vecchi ricordi e fa piacere avere l’occasione di rispolverarli. Alla prossima, ciao a tutti i PIWelli!

 

Vieni a commentare questa ed altre notizie sul forum di PIW!

intervista a cura di Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin