Quote Rosa del Poker: Un criterio discriminante

Le “Quote Rosa”, uno dei temi più scottanti che abbiamo imparato a conoscere proprio in questa determinazione linguistica grazie ai tanti dibattiti parlamentari, è uno spunto di discussione che getta sicuramente le sue basi anche nel poker.

Home » Poker Live » Editoriali » Quote Rosa del Poker: Un criterio discriminante

Le “Quote Rosa”, uno dei temi più scottanti che abbiamo imparato a conoscere proprio in questa determinazione linguistica grazie ai tanti dibattiti parlamentari, è uno spunto di discussione che getta sicuramente le sue basi anche nel poker.

 

 

 

Ogni Team di poker ha inserito nel proprio organico almeno una rappresentante del gentil sesso sponsorizzando l’ingresso ai tornei live e dando un portafogli per giocare online. Al di la delle considerazioni sul valore tecnico delle singole giocatrici, nelle quali non entro nel merito in quanto in questa sede do per scontato che l’ingresso nel Team di appartenenza sia già garanzia di un certo livello di gioco, il criterio che spesso e volentieri viene fatto valere per le ragazze del poker, accanto al valore tecnico, è la bellezza, una discriminante che in ogni caso non è propriamente dirimente.

 
Quote rosa
 
La ragazza del Team, in altre parole, deve anche migliorare l’immagine della room, e sembra proprio un criterio errato in un gioco dove è l’intelligenza a farla da padrona. Quello che dunque sembra un movimento ristrettissimo, ovvero quello del poker in rosa, potrebbe invece nascondere qualcosa di ben più grande oscurato per lo più da questa sorta di collo di bottiglia dato dal criterio di assunzione.
Spero di sbagliarmi in realtà, spero di travisare completamente le ragioni di questo disequilibrio tra uomini e donne seduti ai tavoli con una patch, ma raccogliendo le testimonianze di tante ragazze impegnate ai tavoli mi risulta davvero difficile credere che davvero le donne meritevoli di una sponsorizzazione siano così poche.
 
bisca_clandestina.jpg
Molte volte grazie ad uno stereotipo si distorce la realtà
 
Non rimane quindi che tornare a riflettere sul concetto stesso di Quota Rosa che, sempre più, pare una concessione fatta da parte di una classe elitaria nei confronti di un pur meritevole movimento che tuttavia deve rispondere a criteri di selezione impropri. Belle e brave sì, brutte e brave o bravissime no. 
 
scritto da Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin