PokerGate: Il ciclone si abbatte sul poker.it! (pt2)

Un caso ecclatante quanto increscioso cade come un macigno sul mondo del poker online targato Italia. Presunti casi di estorsione, comportamenti sleali e altro. Cosa si nasconde dietro a questi comportamenti illeciti?

Home » Poker Live » Editoriali » PokerGate: Il ciclone si abbatte sul poker.it! (pt2)

Un caso ecclatante quanto increscioso cade come un macigno sul mondo del poker online targato Italia. Presunti casi di estorsione, comportamenti sleali e altro. Cosa si nasconde dietro a questi comportamenti illeciti?

 

 

 

Al di là delle considerazioni moralistiche che, com’è facile intuire, non sono certamente complicate da estrapolare, e soprattutto rimandando i giudizi legali a persone più competenti – le forze dell’ordine sono già state allertate, così come è stato notificato l’accaduto ai responsabili della room sul quale si sono verificati i fatti – vorrei fare qualche considerazione a monte di tutto per cercare di comprendere meglio le ragioni che hanno portato a questa particolare situazione. Tutto ciò tenendo ben chiara la mia delusione così come la mia ferma condanna in merito ai fatti riportati.

 

sbarre

 

Già in molte occasioni abbiamo avuto modo di riflettere su come il restringimento del mercato ai soli giocatori italiani comportasse un chiaro svantaggio per tutti. In primis il livello medio dei giocatori, lo sappiamo da tempo, sarebbe cresciuto sicuramente più lentamente a causa della mancanza totale di confronto con le scuole forti del poker mondiale. Ma in seconda battuta il problema della saturazione del mercato delle room.it era nell’aria già da tempo, anche in una specialità famosissima e praticata come il No Limit Texas Hold’Em. Perché mai un giocatore forte dovrebbe mettersi a sattare un altro giocatore forte? Nel caso in cui ci fosse sufficiente traffico per quanto riguarda le iscrizioni questa pratica sarebbe semplicemente un’idiozia. Chi ha avuto la possibilità di giocare su una room.com prima del blocco converrà sicuramente con me che in un ambito simile nessuno, mai, per nulla al mondo avrebbe bisogno di un disegno (più o meno criminoso, non ho sufficiente cultura giuridica per esprimermi in merito) così fantasioso e aimé, così italiano, per portare a casa lo stipendio alla fine del mese.

 

FullTiltTable.jpg

Sul punto com questo genere di situazioni non potrebbero venirsi a creare

 

Ma questa ghettizzazione del gioco, praticata nel contesto italiano, ha reso possibile e, nella mente contorta di alcuni, necessario, il preservare il proprio territorio di caccia, in un modo tutto sommato animale e ferino che poco quadra con la natura di un essere umano pensante e dotato di buon senso.

 

Dico tutto questo dando ovviamente per scontato che quanto riportato sul trhead corrisponda all’effettiva verità dei fatti, cosa che verrà provata da chi di dovere, ma un’attenta riconsiderazione delle necessità dei Grinder professionisti sarebbe un compito necessario da parte di uno stato attento alle esigenze di tutti, specialmente nei confronti di una categoria come quella dei giocatori di poker, ai quali non solo è stato imposto uno spazio ristretto nella quale lavorare, ma ai quali comunque si richiede il pagamento delle tasse sui soldi guadagnati; in altre parole una categoria di lavoratori a tutti gli effetti che, ben più di quanto accada ora, andrebbe tutelata e salvaguardata.

 

poker_live_florida.jpg

Casi come questo non fanno certo bene al poker

 

Tutto questo ovviamente non va a giustificare nessun comportamento illecito, ma aiuta a comprendere i disagi che per alcuni comportano un guadagno orario ridotto mentre, per i meno onesti, il ricorso a stratagemmi deplorevoli. Nell’attesa che lo stato si muova in merito, se mai ciò avverrà, sarebbe interessante vagliare anche le ipotesi ventilate tempo fa circa l’introduzione dei tavoli anonimi, ovvero tavoli nei quali i giocatori non sanno il nome o il nick name dei propri avversari. Molto interessante questa alternativa, sempre che di alternativa si tratti (ovvero non vorrei che malauguratamente fossero tolti i tavoli nominavi), che permetterebbe di tamponare in via pratica alcuni dei disguidi che si verificano sulle room. 

 

Chi vivrà vedrà, come si dice in questi casi, nel frattempo non ci resta che seguire le vicissitudini di una storia che sembra non si esaurirà certo al calar della sera.

 

-Prima Parte-

 

Vieni a commentare sul forum PIW questo ed altri articoli!

scritto da Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin