Come sono cambiate Full Tilt poker e Pokerstars.com?

Il poker online è molto cambiato e le principali poker room online italiane, sono state obbligate a chiudere le porte ai giocatori Usa e si stanno adeguando i propri palinsesti al poker europeo, il mercato di riferimento per i prossimi mesi.

Home » Poker Live » Editoriali » Come sono cambiate Full Tilt poker e Pokerstars.com?

Il poker online è molto cambiato e le principali poker room online italiane, sono state obbligate a chiudere le porte ai giocatori Usa e si stanno adeguando i propri palinsesti al poker europeo, il mercato di riferimento per i prossimi mesi.

 

 

Le principali poker room, PokerStars.com e Full Tilt Poker su tutte, da quando, il 15 aprile scorso hanno dovuto rinunciare ai giocatori del continente statunitensi, hanno dovuto far fronte alla perdita del proprio principale bacino d’utenza e, di conseguenza, economico. 

 

Sono venuti a mancare quindi i presupposti per continuare ad offrire ai propri clienti quei fantastici tornei a montepremio garantito che da sempre hanno caratterizzato la propria offerta. Questo non significa necessariamente che giocare su quelle sale sia poco profittevole per chi ci gioca attualmente, ma che le poker room non riescono più ad offrire quelle alte cifre di denaro in palio proprio per la limitateza del numero dei propri clienti.

 

martelletto del giudice
Nefaste conseguenze per le poker room dal Black Friday

 

E proprio in realzione a ciò che le poker room stanno riorganizzando i propri palinsesti, con i tornei principali spostati di orario per favorire un orario più consono ai giocatori europei. In questo modo si cerca così di concentrarsi su quei giocatori che possono permettere loro di proseguire su quella strada fin’ora percorsa e di rimettersi in carreggiata malgrado la recente batosta, perché di questo si tratta, subita.

 

Basti vedere il primo evento delle SCOOP di PokerStars, schedato alle 10 di mattina come orario degli Stati Uniti per far sì che partisse intorno alle 4 del pomeriggio (ora più, ora meno) in Europa. O anche agli eventi principali di Full Tilt, FTOPS su tutti, con la maggior parte dei tornei schedati ad orari più accessibili per i giocatori europei che per gli ormai abbandonati statunitensi.

 

SCOOP di PokerStars.com
SCOOP di PokerStars.com 

 

Interesse focalizzato interamente, o quasi, al mercato europeo quindi per le poker room che si contendono la leadership mondiale del poker online. Certo, ora con la chiusura al mercato statunitense, questa concorrenza sembra allargarsi a nuovi inserimenti. Ma le prime mosse sono state fatte. Si è corso ai ripari in tempi brevi e le cose stanno prendendo una nuova piega, non necessariamente in negativo.

 

Solo il tempo dirà come ne verranno fuori le sale da questa rivoluzione. E se potranno, prima o poi, rimetter piede sul mercato statunitense per ritornare ai vecchi fasti. Per il momento si va avanti con l’Europa, unico grande mercato rimasto per le poker room online.

 

 

 

Roberto ‘Ronnie Rosenthal’ Sorrentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin