Poker MTT: «Perché abbassano di continuo le size?»

Come mai più passa il tempo più la dimensione delle puntate preflop come di quelle postflop diminuisce? Questa è la domanda che un nostro lettore mi ha posto tramite mail. Vediamo di capire il perché di questo fenomeno del poker moderno.

Home » Poker Live » Editoriali » Poker MTT: «Perché abbassano di continuo le size?»

Come mai più passa il tempo più la dimensione delle puntate preflop come di quelle postflop diminuisce? Questa è la domanda che un nostro lettore mi ha posto tramite mail. Vediamo di capire il perché di questo fenomeno del poker moderno.

 

 

Abbiamo spesso trattato del cambio generazionale e soprattutto del cambiamento di stile che questo ha comportato nell’approccio agli MTT. Uno stile più decisamente loose, in certi casi quasi maniac, che va assolutamente a contrastare quello che per anni era stato uno dei capisaldi della dottrina del poker: il gioco Tight Aggressive. Questo cambiamento ne ha determinati altri, fra i quali un abbassamento costante della size delle puntate, sia in apertura, sia durante lo svolgimento della mano, ed è proprio di questo, in risposta ad una domanda che mi è giunta nella casella mail del Forum PIW, che parleremo.

 
PowerPokerTable.jpg
Se siamo short tuttavia si torna al tanto caro push or fold!
 
Supponiamo di giocare un MTT durante la sua fase medio-avanzata. Il nostro stack nella maggioranza dei casi non sarà così tanto deep da poterci permettere tutto lo spazio di manovra che avevamo durante le fasi iniziali; ci stiamo per giunta avvicinando alla zona bolla e noi, da buoni player quali siamo, vogliamo sfruttare gli effetti di questa situazione per aprire qualche mano in più e portare a casa il maggior numero di piatti uncontested che il tavolo ci consenta. 
 
Bene, se le condizioni del nostro tavolo sono indicate per applicare questa strategia, sarà facile comprendere come l’effetto sortito da un raise x2,1BB sia del tutto simile ad uno standard di 3BB. Di fatto l’equity della nostra mano rimane invariata e otteniamo due effetti desiderati: conteniamo il piatto in vista del gioco post flop e affrontiamo la mano avendo il vantaggio di essere gli aggressori, tutto questo avendo investito pochi BB nel piatto. Una bella condizione, no?
 
daniel-negreanu_2.jpg
Daniel Negreanu, uno dei primi ad abbassare le size
 
Per tornare alla domanda principale dunque, le size vengono abbassate costantemente dai player perché ci si è resi conto che l’effetto strategico delle stesse, se applicate ad uno stile di gioco LAG, è il medesimo di una puntata più alta pur essendo meno dispendiosa. È così che il famoso raise x2,5BB di Daniel Negreanu è oggi ormai considerato “lungo” almeno in situazioni di gioco più avanzate di un MTT.
 
Spero di aver soddisfatto la curiosità del nostro lettore, in caso contrario, sa come contattarmi 😉
 
:bannerpower200:
 
scritto da Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin