Poker online o poker live: gli italiani cosa preferiscono?

Cosa preferiscono gli italiani? Giocare a poker online, stando comodamente seduti nella propria casa, oppure vivere le esperienze di giocare partite di poker live in giro per il mondo, verso capitali europee o luoghi esotici? 

Home » Poker Live » Editoriali » Poker online o poker live: gli italiani cosa preferiscono?

Cosa preferiscono gli italiani? Giocare a poker online, stando comodamente seduti nella propria casa, oppure vivere le esperienze di giocare partite di poker live in giro per il mondo, verso capitali europee o luoghi esotici? 

 

Quali sono le differenze maggiori tra le due discipline che spingono un giocatore italiano a scegliere? Quale è il criterio per cui un giocatore dovrebbe preferire di giocare a poker online o viceversa a poker live? Vediamo così di capirci meglio, mettendo in evidenza i pregi e i difetti di entrambe le discipline.

poker online live

Poker online o Poker live?

Partiamo col dire che chi nasce col poker live, difficilmente amerà il poker online e viceversa. Esistono così due diverse scuole di pensiero, una che preferisce il poker live e l’altra, nata con la new generation di pokeristi che preferisce giocare a poker online. Ma perché ai giovani d’oggi piace di più l’online e giocare davanti ad un gelido schermo?

Qui la new generation del poker online ha le idee chiare. In primis la velocità dell’online e lo possibilità di multitablare più tavoli rende il tutto più frenetico, escludendo il pericolo di far prevalere la noia, cosa che invece nel live non accade. Non a caso il fattore noia nel poker live, quando stai seduto tante ore al tavolo e ti capita di fare poca azione è davvero frustrante, soprattutto per chi viene dal poker online dove il tutto è molto più veloce. I tempi morti del live sono uno dei motivi che spingono in molti a dedicarsi solamente all’online.

 

In secondo luogo ci sono i costi, e neanche qui c’è paragone con l’online. Una partita di poker online ci costa al massimo il buy-in d’ingresso, per quanto riguarda il Live, invece, oltre a dover spendere i soldi per l’iscrizione, si devono mettere in conto tutte le spese che si affronteranno in aggiunta del tipo viaggio, vitto e alloggio, che a volte superano il costo totale del buy-in stesso.

daniel cates

Daniel Cates player della new generation del poker online

In terzo ci sono i guadagni. Nell’online con la possibilità di poter giocare un certo numero di tornei al giorno, la varianza si abbatte di moto, cosa che non accade nel live ovviamente, questo ci aiuterà col portare a casa un profitto positivo giocando maggiormente online rispetto al live.

Tutto sembra quindi protendere per una vittoria schiacciante del poker online sul poker live, ma allora perché c’è ancora gente che gioca dal vivo e ogni mese vediamo nascere come funghi eventi live in giro per il mondo? Una risposta forse c’è, ed è probabilmente per la notorietà che ti da il live.

Di sicuro far bene in un evento live ti espone maggiormente ad un ritorno mediatico, utile per il lancio della carriera di un giocatore. Vincere un evento live, oltre alle alte cifre allettanti, che difficilmente vincerai in un solo torneo online, ti comporta un ritorno d’immagine che nel poker online non avrai mai, neanche vincendo il main event del torneo di poker online più ricco al mondo. Sappiamo benissimo che farsi un immagine nel live significa quasi sicuramente aver trovato un sponsorizzazione che difficilmente otterrai giocando esclusivamente online.

phil hellmuth

Phil Hellmuth, leggenda del poker live, al recente WPT Malta

Il fascino del poker live è questo: è la fama, la gloria, tutti ti riconoscono e sanno chi sei. Questo è forse il motivo principale che ci spinge a giocare i tornei live; è il sogno di poter diventare il prossimo Daniel Negreanu o Phil Hellmuth. In più, un’altra arma a vantaggio del live è quella di poter viaggiare e visitare posti nuovi, fare tante nuove amicizie al tavolo come al di fuori. Il live è quindi sicuro più un gioco sociale, in grado di farti provare forti emozioni che nell’online non avrai mai, a causa del suo gioco troppo veloce e freddo.

Alla fine però, forse, una scelta non la si può fare, il poker online oramai è legato al poker live, diciamo pure che il poker online rappresenta la Serie A, dove vincere e portare a casa i risultati è più facile, mentre il poker live rappresenta la Champions League, dove vincere è molto più difficile, ma nessuno resiste al fascino di quelle note che ogni mercoledì o giovedì risuonano negli stadi delle migliori squadre al mondo di calcio. Insomma far bene nel poker online per poi sperare di fare il gran colpo in un evento live.

 

:bannerpartypoker200:


Vuoi dire la tua in merito? Vieni a commentare l’articolo sul forum PIW!

Francesco Healy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin