Poker e Social Network: a quando il sì?

Il poker è presente da lungo tempo sui Social Network, da Facebook a Google+, ma in tutti questi casi è possibile spendere soldi per comprare chip ma non si può prelevare. A quando un poker completo disponibile sui social?

Home » Poker Live » Editoriali » Poker e Social Network: a quando il sì?

Il poker è presente da lungo tempo sui Social Network, da Facebook a Google+, ma in tutti questi casi è possibile spendere soldi per comprare chip ma non si può prelevare. A quando un poker completo disponibile sui social?

 

 

Zynga è diventata famosissima per aver sviluppato l’applicazione per il gioco del poker su Facebook; tavoli in cui si gioca per la gloria, senza poter vincere denaro reale, ma solamente chip che tutt’al più possono essere utilizzate per pavoneggiarsi tra gli amici. L’app è sbarcata qualche tempo fa anche su Google+, il nuovissimo social network creato dal colosso di Mountain View per contrastare lo strapotere che la creatura di Mark Zuckerberg e anche sulla nuova piattaforma risulta essere uno dei giochi più clickati.

 
Abbiamo detto che il poker dei Social Network è giocato con denaro virtuale, ma l’affermazione è inesatta e per un semplice motivo: possiamo procedere all’acquisto delle chip, anche se poi non potremo convertirle in denaro reale. Questo è uno degli aspetti che trovo più strani e, permettetemi, stupido, del gioco.
 
carta_credito.jpg
Già ora si può pagare per l’acquisto di chip
 
In realtà moltissimi MMORPG (Massive(ly) Multiplayer Online Role-Playing Game) prevedono questo tipo di monetizzazione: gioco gratuito ma linfa di gioco a pagamento. Ciò che però ha suscitato interesse nei giorni scorsi è stata l’idea di inserire un vero e proprio client di poker all’interno del Social Network di Google, ipotesi per il momento irrealizzabile ma… perché?
 
Qual’è infatti il cavillo concettuale che consente di avere un’app nella quale si possono spendere i soldi per primeggiare tra gli avversari e una dove oltre a spendere soldi permette anche di guadagnarli? Al momento pare che l’unica risposta plausibile sia che nel secondo caso viene stimolato l’azzardo e quindi certi meccanismi mentali che, in ogni caso, sono stati riscontrati anche in certi MMORPG, mettendo seriamente in discussione tutta l’impalcatura argomentativa. Una cosa è certa: chiunque riuscisse a mettere per primo le mani sul “Poker Social” diventerà ricco, molto ricco, almeno quanto Zynga è diventata grazie al poker “senza cashout”.
 
 
:joka:
 
scritto da Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin