Arriva Mario Monti, cosa cambia nel poker?

Governo Mario Monti e gioco online. Come verrà inquadrato il poker online italiano nel quadro complessivo delle nuove tassazioni preannunciate dal Premier per risollevare l’economia nazionale in grave crisi? 

Home » Poker Live » Editoriali » Arriva Mario Monti, cosa cambia nel poker?

Governo Mario Monti e gioco online. Come verrà inquadrato il poker online italiano nel quadro complessivo delle nuove tassazioni preannunciate dal Premier per risollevare l’economia nazionale in grave crisi? 

 

 

L’Italia ha appena concluso un lungo cammino che l’ha guidata, lungo mesi di deriva politica, alle dimissioni di Berlusconi e all’insediamento di Monti, premier in un governo tecnico incaricato di sistemare almeno in parte le falle che intaccano l’economia nazionale. Si parla di tasse ed è piuttosto ovvio che sia così. È infatti dall’infelice quanto, per certi versi, condivisibile dichiarazione di Tommaso Padoa Schioppa — «La polemica antitasse è irresponsabile. Dovremmo avere il coraggio di dire che le tasse sono una cosa bellissima e civilissima, un modo di contribuire tutti insieme a beni indispensabili come la salute, la sicurezza, l’istruzione e l’ambiente.» — che l’operato del Ministero dell’Economia si incentra nel recupero dell’evasione e sullo studio di nuovi metodi di tassazione.

 
Già al momento del suo insediamento Mario Monti ha chiarito come l’inasprimento della pressione fiscale sia un passo necessario da compiere per rimettere in sesto l’economia nazionale, concetto condivisibile, ma quel famoso 6% andrà a colpire anche il mondo del poker online?
 
016087_MarioMonti.jpg
Mario Monti
 
La tassazione sul gioco è un’arma a doppio taglio. Aumentare la pressione fiscale significa implicitamente ridurre il volume complessivo del giocato e già qui occorre riflettere attentamente sull’effetto reale che si potrebbe ottenere. Un altro aspetto da non sottovalutare è che lo stato non pone nessuna distinzione tra il giocatore occasionale e il regular, che con il poker vive; distinzione di non poco conto, ma che rischia, ancora una volta, di incrinare un settore già in bilico.
 
Giusta però anche la considerazione che declina il poker online e i giochi in generale come un elemento inessenziale nella vita di tutti i giorni e che dunque può essere esposto a una tassazione maggiore senza nessuna remora.
 
 
 
 
 
PIW Staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin