Vuoi diventare un Team PRO? Dai un’occhiata qui!

Se hai sognato almeno una volta di fare parte di uno dei tanti Team delle poker room italiane forse potrebbe interessarti questo articolo. Quali sono infatti le caratteristiche principali necessarie per poter essere un ottimo sponsorizzato?

Home » Poker Live » Editoriali » Vuoi diventare un Team PRO? Dai un’occhiata qui!

Se hai sognato almeno una volta di fare parte di uno dei tanti Team delle poker room italiane forse potrebbe interessarti questo articolo. Quali sono infatti le caratteristiche principali necessarie per poter essere un ottimo sponsorizzato?

 

Chi non ha mai sognato di entrare a far parte del team di una grande poker room e sedere ai tavoli dei grandi tornei live portando sul petto l’effige di quella sudata quanto ambita sponsorizzazione? Credo tantissimi giocatori, dai più ai meno preparati. Sognare non costa nulla in fondo e anche ai più inesperti è concesso – ci mancherebbe non fosse così – immaginare il giorno in cui, migliorati, potranno cavalcare l’onda del poker a livello professionistico. Quali sono le caratteristiche che un poker pro deve avere al giorno d’oggi?

 

Immagine

 

Non stiamo certo parlando di bellezza o prestanza atletica, ma tenete conto che in qualità di Pro sarete una sorta di biglietto da visita della società che rappresentate. Non solo. La vostra immagine sarà quella della room e dunque difficilmente un look trasandato o comunque inelegante sarà tollerato. Chiaramente, oltre all’aspetto dovrete curare anche il vostro comportamento: a meno che non siate una leggenda al pari di Phil Hellmuth le sfuriate da tilt o le male parole agli avversari non saranno viste come confortanti doti umane. Più il calibro della poker room che sponsorizza è alto, più queste richieste saranno pressanti e ineluttabili.

 

 

Sviluppare rake.

 

Phill HellmuthSembra proprio che il mito del giocatore pagato solamente per il live sia lentamente quanto inesorabilmente caduto nel baratro dell’oblio.Oggi il Team Pro tipo è composto in larga parte da giocatori capaci nell’online e, soprattutto, molto attivi ai tavoli virtuali. I motivi di questa scelta sono molteplici: per prima cosa il giocatore sviluppa rake e, anche se in possesso di ottimi deal di rakeback e magari finanziato dalla stessa room per giocare, sicuramente contribuisce a far rientrare capitale nelle casse della società attraverso la propria attività. Non è nemmeno da trascurare il ritorno di immagine, visto che la sua presenza attirerà railbird e affini ai tavoli della poker room andando di fatto a fare pubblicità indiretta.

 

 

Essere abile e aggiornato

 

Specialmente nei primi anni delle punto it abbiamo assistito ad alcune sponsorizzazioni quanto meno discutibili. Con il passare del tempo, per lo meno a livello delle grandi poker room italiane, la scelta si è molto raffinata e dunque la preparazione teorico/pratica dei giocatori è essenziale. Sono veramente in pochi gli sponsorizzati che pur essendo in passivo si vedono rinnovare il contratto. È abbastanza semplice capire il perché…

Questi sono ovviamente i tre punti cardine del discorso che, realisticamente, potrebbe continuare per molto ancora. Voi avete qualcosa da aggiungere? Se sì fatelo commentando l’articolo sulle pagine del forum PIW

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin