Poker live in calo: manca il supporto del poker online

Sul poker live in calo abbiamo speso fiumi di inchiostro virtuale negli ultimi mesi. I dati parlano chiaro e, seppur lieve, la flessione sembra costante salvo rari picchi nei tornei più prestigiosi o dal buy-in più contenuto. 

Sul poker live in calo abbiamo speso fiumi di inchiostro virtuale negli ultimi mesi. I dati parlano chiaro e, seppur lieve, la flessione sembra costante salvo rari picchi nei tornei più prestigiosi o dal buy-in più contenuto. 


I numeri sono facili da capire, i motivi che li determinano lo sono molto meno e sinora devo dire che nessuna argomentazione in materia mi ha convinto fino in fondo. Poi mi sono chiesto: e se fosse una questione di bankroll?

IL BANKROLL — Il tempo passa per tutti e più mesi ci mettiamo dietro le spalle più in rete si trovano risorse valide per lo studio del poker e il miglioramento nella gestione di tilt e bankroll. Sopratutto quest’ultimo aspetto è fortunatamente al centro dell’attenzione dei giovani grinder online che, quasi fosse un breviario, studiano i metodi migliori per gestire i propri soldi e affinano sempre maggiormente queste tecniche.

I PIANI ALTI ONLINE — Quanti italiani sono effettivamente in bankroll per giocare i 250€? Effettivamente pochi. I piani alti italiani erano e rimangono un lusso per pochi eletti che, oltre ad avere il roll adatto per sedersi a quelle alture, sono anche in possesso delle doti pokeristiche necessarie per affrontare un field così duro. Ma se già ai 250€ sono in pochi, perché dovremmo attenderci di trovare molta gente ai live?

SCOLLAMENTO — I giocatori delle vecchie generazioni erano più propense ai rischi e, in generale, al gambling. Le giovani nuove leve del poker no. Essere un gambler nella moderna concezione pokeristica è un difetto e la parola assume connotati ben più negativi del passato. I nuovi grinder dell’online giocano sempre in roll, è una dote non mancare mai a questa regola. Partendo da questo presupposto è ovvio che se già sono pochi ai 250€, ai tornei da mille, due mila o cinque mila euro saranno in pochissimi quelli in pieno bankroll.

POKER ONLINE COM — Il poker online però ferma i suoi gradini a 250€. Più su di così non si riesce proprio ad andare per quanto un giocatore sia bravo. Il live che conta invece parte da molto più in alto: impossibile arrivarci con l’online in un tempo ragionevole, mancano dei gradini, anzi, mancano proprio i muri e la palazzina… Il punto com invece arrivava a cifre ben più alte e riusciva a rendere più armonico il passaggio dall’online al live evitando comunque la saturazione agli high stake.

CONCLUDENDO… 21,2 BUY-IN — Oggi per un ipotetico Top Grinder italiano giocare l’EPT di Campione significava sborsare 21,2 buy-in del suo bankroll online. Un suo alter ego Top del punto com avrebbe invece investito un solo buy-in. A voi il compito di tirare le somme. 

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org