Nel giorno in cui Full Tilt riapre i battenti, i risultati delle elezioni presidenziali statunitensi del 2012 riconfermano Barack Obama. Questo che riflessi può avere sul futuro del poker online negli USA? Secondo gli analisti dobbiamo essere ottimisti.

Nel giorno in cui Full Tilt riapre i battenti, i risultati delle elezioni presidenziali statunitensi del 2012 riconfermano Barack Obama. Questo che riflessi può avere sul futuro del poker online negli USA? Secondo gli analisti dobbiamo essere ottimisti.

Barack Obama ha vinto l’HeadsUp politico contro Mitt Romney e governerà gli Stati Uniti ancora per quattro anni. Dovete sapere che il presidente Obama è un grande appassionato di poker, così come molti suoi predecessori, e quindi i pokeristi sperano che tra le sue numerose preoccupazioni ci sia anche la regolamentazione del poker online… Guarda caso, la riconferma di Obama è avvenuta proprio nel giorno in cui il mondo del poker ha riaccolto a braccia aperte la rinata Full Tilt. Per tutta la giornata del 6 novembre infatti i poker pro hanno espresso su Twitter principalmente la loro grande attesa e i commenti su questi due importanti eventi.

I poker players americani hanno più speranze di poter tornare a giocare ora che Obama è stato riconfermato? Secondo gli analisti sì, soprattutto considerando il fatto che se avesse vinto il rivale Mitt Romney probabilmente gli scenari sarebbero stati peggiori. Non a caso al momento il problema più rilevante da risolvere sembra la leadership repubblicana che è rimasta intatta all’interno della Camera, mentre il Senato è in mano ai Democratici. In questa campagna elettorale si è parlato anche di gioco online e di poker, ma questi argomenti sono rimasti alla fine in secondo piano, come è normale che sia.

A questo punto non ci resta che scoprire l’esito della proposta di legge della quale vi abbiamo parlato qualche settimana fa, firmata dai senatori Harry Reid e Jon Kyl. Ora che Full Tilt ha riaperto, sarebbe davvero magnifico per i players americani poter tornare sulle loro amate rooms online dalle proprie case. Tutti i pro emigrati all’estero potrebbero tornare in Patria e riprendere il proprio lavoro. Non bisogna illudersi però: non si risolverà tutto in tempi brevi, ci vorrà almeno qualche mese per assistere all’apertura dei vari Stati americani al poker online.

Un’ultima curiosità: pare che dietro al successo di Obama si celi un giovane ‘genio dei sondaggi’ e della matematica che fino a qualche anno fa era un poker player di successo. Il 34enne Nate Silver infatti fino al 2008 guadagnava 400mila dollari all’anno con il poker, prima di buttarsi in politica. Chissà se avrà insegnato qualche trucchetto ad Obama…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin