Il poker è un’arte? Risponde Charlotte van Brabander

Secondo voi il poker è un'arte? Per Charlotte van Brabander no, non lo è. La giovane pokerista belga, che è entrata anche nel team PokerStars, in un interessante post ci racconta della sua passione per i giochi e della sua natura 'geek'.

Secondo voi il poker è un'arte? Per Charlotte van Brabander no, non lo è. La giovane pokerista belga, che è entrata anche nel team PokerStars, in un interessante post ci racconta della sua passione per i giochi e della sua natura 'geek'.

 

Vi ricordate della bella Charlotte van Brabander? La giovane belga è una delle promesse del poker europeo, una vera e propria ragazza prodigio. Per ora gli impegni scolastici non le permettono ancora di esprimere il suo talento, ma presto ne sentiremo parlare. Per ora il suo miglior risultato live è un ITM all'EPT di Berlino, centrato lo scorso aprile. Ecco il suo ultimo post sul blog di PokerStars, nel quale rivela la sua anima 'nerd'…

 

Provengo da una famiglia molto 'geek' con la passione per i giochi. Io li adoro e anche il mio ragazzo, così come mia sorella e il suo ragazzo. Quando ci incontriamo, spesso giochiamo tutti insieme. All'ultima festa abbiamo perfino fatto un gioco di memoria… sui giochi! L'attività ludica è una parte importante della nostra vita. Mia sorella, di due anni più giovane di me, gioca a World of Warcraft. Io ci ho giocato poco, perchè ruba troppo tempo ai miei numerosi impegni.

 

A proposito, recentemente sono stata invitata a parlare in un talk show belga con alcuni famosi amanti di arte. Il tema era 'I giochi sono arte?'. Un argomento scelto perchè il Museum of Modern Art di New York ha annunciato un padiglione dedicato ai giochi per questo 2013. Sono rappresentati anche Tetris e Pac-Man.

 

Videogiochi e pokerPenso che i giochi siano sicuramente arte. Ci sono molte scuole, scuole di arte, che le persone frequentano prima di entrare nell'industria dei giochi. Oltre a questo ci sono tante persone creative dietro ad ogni gioco prodotto e alcune decisioni sono di alto livello artistico. Per esempio nella produzione del videogioco Mario Bros sono stati fatti molti studi sui colori prima di ultimare la caratterizzazione del personaggio. La mia risposta è: sì, questa è arte.

 

Alcuni non la pensavano come me al talk show. Un professore di arte però era d'accordo. Questo mi ha fatto piacere perchè di solito i giochi sono citati dai media solo per la loro violenza e il comportamento violento di chi ne fa uso. Quando degli studenti vengono assassinati a scuola, i media puntano il dito contro la violenza nei videogames. Il fatto è che questi giochi sono arte andata perduta.

 

Il poker invece non è arte. Non proprio insomma, solo in certi casi. Forse i temi dei tavoli online sono arte, ma il gioco non lo è. Reste comunque un gioco bellissimo, anche se non è arte. Non ho giocato a poker molto nell'ultimo mese a causa della scuola, ma nelle pause non mi sono tirata indietro. Il poker è perfetto per un piccolo break dagli studi, una parentesi per dimenticare gli altri impegni quotidiani. Questa è la cosa migliore che può offrire un gioco, che sia arte oppure no“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org