La roulette, i dadi così come il tavolo del Blackjack o del Poker da sempre sono ambienti ideali per il nascere e prosperare di superstizioni. In questi luoghi, dove il caso e la fortuna la fanno da padrone, è facile che i giocatori sviluppino rituali, abitudini e convinzioni su cosa porti buona o cattiva sorte. Col tempo questi gesti e usi scaramantici entrano nel comportamento usuale degli avventori fino a perdere quasi completamente il proprio senso originale. Gli italiani sono superstiziosi? ai giochi da casinò sicuramente si!

Ed ecco quindi che un gesto singolare viene ripetuto spasmodicamente o compulsivamente senza alcun apparente motivo, dei colori banditi dalle sale da gioco, parole proibite come se fossero blasfeme e numeri su cui tutti o nessuno puntano mai.

C’è chi ha la fissa di sedersi sempre nello stesso posto, chi non pronuncia mai la parola “ultima” o “perdere”, chi evita accuratamente alcuni numeri come il 17 o il 13, reputati forieri di sventura. Ogni giocatore ha le sue piccole e grandi scaramanzie, a volte incomprensibili agli occhi degli altri.

Il fascino del dealer di poker

Il fascino del dealer di poker

Gli Italiani sono Superstiziosi?

Molte di queste bizzarre usanze affondano le radici in episodi o credenze del passato. Ad esempio, si racconta che il 17 porti sfortuna perché fu il numero vincente il giorno in cui un giocatore rovinato dal gioco si suicidò nella sala da gioco. Altre volte invece non c’è una spiegazione razionale, ma semplicemente col tempo alcuni numeri o rituali hanno preso piede come propiziatori o funesti.

Ad anni di distanza di queste superstizioni spesso rimane solo un gesto o un’usanza di cui la maggior parte ignora l’origine. I giocatori si limitano a perpetuare la tradizione senza conoscerne il motivo. In questo articolo vedremo insieme alcuni tra i gesti o comportamenti, numeri fortunati o sfortunati, amuleti ed indumenti oggetto di superstizione più diffusi nel mondo del casinò, cercando di ripercorrerne le origini e le motivazioni, molte delle quali avvolte nella leggenda.

Le bizzarre superstizioni dei giocatori

Anche se alcuni di essi fanno parte del comune buon senso del vivere comune, altri gesti e comportamenti non hanno realmente motivo di trovarsi all’interno di questo elenco.

Nel mondo del gioco d’azzardo, tra sale da casinò e bische clandestine, prosperano da sempre rituali propiziatori e divieti di ogni tipo, alcuni dei quali davvero bizzarri. Vediamo quali sono i principali gesti e atteggiamenti che, secondo la superstizione popolare, porterebbero fortuna o sfortuna a chi li compie.

Gesti che portano sfortuna:

  • Fischiettare: si ritiene che questo comportamento porti sfortuna agli altri giocatori, la sua origine però è molto più semplice di quello che si crede. Sentire fischiettare qualcuno è nella maggior parte dei casi irritante, può far perdere la pazienza a chi ci sta vicino compromettendone la calma durante il gioco.
  • Incrociare le dita: per chi è superstizioso, significa chiamare la buona sorte a sé. Di conseguenza se si gioca contro altri è spesso visto come portare sfortuna agli altri. Questo gesto deriva dalla superstizione medievale secondo la quale incrociando le dita si impediva al demonio di impossessarsi della propria anima.
  • Incrociare le gambe: questo gesto apparentemente innocuo è tacciato di portare sfortuna a chi lo fa. Se si piazza una scommessa o si attende carta al tavolo incrociare le gambe tenderebbe ad allontanare la fortuna. Anche questo gesto ha origini medievali, periodo in cui Lucifero veniva per lo più raffigurato con le gambe incrociate.
  • Contare i soldi durante il gioco: se questo gesto viene considerato quasi innocuo quando si sta perdendo, al contrario è di cattivo gusto quando si sta vincendo. Non è difficile immaginare che gli avversari possano sentirsi ancor più sfidati se chi vince si mette a contare i propri soldi. A quanto pare però porterebbe sfortuna anche a chi li conta. Questa superstizione prende origine dal detto secondo cui “l’orgoglio precede la caduta”.
  • Prestare i soldi: prestare i soldi durante il gioco significa, secondo molti, dar via parte della propria fortuna. Specialmente in caso di serata fortunata è sempre sconsigliato prestare soldi ad un altro giocatore. Questa superstizione ha un’origine molto più pratica di quanto si creda, prestando i soldi ad un altro giocatore la possibilità di rivederli indietro è molto scarsa. In questo caso non si tratta quindi di sfortuna, ma di semplice buon senso.
Attenzione a prestare soldi

Attenzione a prestare soldi

Gesti che portano fortuna

  • Non guardare lo schermo della slot. Sembra che per molti giocatori non guardare lo schermo dopo aver tirato la leva porti fortuna. Sebbene non sia stato possibile trovare l’origine di questa superstizione riteniamo che molti non vogliano vedere nella speranza che la fortuna li colga di sorpresa.
  • Insultare la pallina alla roulette. Altra superstizione diffusa quanto di origini ignote. A quanto pare molti giocatori ritengono in questo modo di intimorire la pallina che presa dalla paura delle ripercussioni possa decidere di donarci un numero vincente.
  • Lasciare accese le luci di casa o della camera di hotel. Questo semplice gesto che è considerato da molti un porta fortuna ha origini molto semplici. È noto infatti che lasciare le luci accese rende più improbabile che eventuali ladri o malintenzionati possano pensare che c’è qualcuno in casa e tenderanno a restarne fuori.
  • Sedersi sempre nello stesso posto. Per molti giocatori d’azzardo abituali è fondamentale sedersi sempre nella stessa posizione al tavolo da gioco o di fronte alla slot machine. Si ritiene che quel posto sia “fortunato” e abbandonarlo potrebbe attrarre la sfortuna.
  • Tenere in tasca un portafortuna. Dadi, ferro di cavallo, cornetti rossi… ogni giocatore ha il suo personalissimo talismano che si porta sempre dietro nella speranza che gli porti buona sorte.
  • Non puntare sul numero vincente dell’ultima mano. C’è chi crede che puntare sullo stesso numero uscito alla mano precedente porti sfortuna. Meglio cambiare casella per ingannare la sorte.
  • Soffiare sui dadi prima di lanciarli. Un rituale molto diffuso, soffiare sui dadi a quanto pare li renderebbe più “docili” alla volontà del giocatore.

Amuleti e indumenti propiziatori

Nel mondo del gioco d’azzardo anche gli oggetti che si indossano o che si portano con sé possono influenzare la buona o cattiva sorte, secondo le credenze popolari. Vediamo quali sono i principali tra amuleti, indumenti e accessori ritenuti propiziatori o funesti dai giocatori superstiziosi.

Oggetti e indumenti che portano sfortuna:

  • La banconota da 50 dollari: regina degli oggetti sfortunati, mai accettarla o passarla a qualcuno al tavolo da gioco. Questa usanza nacque a Las Vegas dove la mafia infilava banconote da 50$ nelle tasche delle vittime prima di sotterrarle nel deserto.
  • Indumenti viola: il colore della quaresima e dell’inattività per la Chiesa, quindi viene associato alla sfortuna e all’assenza di vincite al casinò.
  • Ombrelli e valigie: considerati forieri di iella, in realtà hanno la pessima abitudine di far inciampare inavvertitamente le persone, da cui la loro nomea negativa.

E invece, quali sono gli oggetti propiziatori per il giocatore d’azzardo?

  • Ferro di cavallo: probabilmente l’amuleto scaramantico per eccellenza in ogni ambito, non poteva mancare tra i portafortuna dei giocatori.
  • Corno: richiama abbondanza e fortuna. Spesso regalato sotto forma di portachiavi.
  • Ciondolo a forma di dado: per attirare la buona sorte al tavolo da gioco.
  • Statuina di un coniglio: animale ritenuto fortunato, spesso presente come portafortuna.
  • Quadrifoglio: il classico simbolo della fortuna, immancabile addosso o in tasca.

Ogni giocatore ha il suo portafortuna preferito da tenere sempre con sé. La superstizione impone di non separarsene mai per non perdere la buona sorte. Anche se, in fin dei conti, l’unica dea bendata è sempre la casualità del fato.

Comparatore Casinò

Senza deposito:
5000€ Salva il Bottino

Con deposito:
5000€ Salva il Bottino + fino a 250€ in bonus benvenuto

5.0

Senza deposito:
Welcome Bonus 100% fino a 5000€

Con deposito:
Welcome Bonus 100% fino a 5000€

4.8

Senza deposito:
100 Free Spin + 100€ Bonus

Con deposito:
200% primo deposito fino a 1000€

4.8

Senza deposito:
100 Giri Gratis + 100€ Fun Bonus

Con deposito:
100% primo deposito fino a 900€ Fun Bonus

4.8

Numeri benedetti e maledetti al tavolo verde

Tra le più diffuse e radicate superstizioni del mondo del gioco ci sono quelle relative ai numeri, ritenuti capaci di portare buona o cattiva sorte a seconda del loro valore. Ogni cultura e paese ha i suoi numeri benedetti e maledetti, frutto di credenze popolari, leggende, assonanze linguistiche o presunte proprietà matematiche.

Il numero più sfortunato e temuto dai giocatori è probabilmente il 13. Le origini della sua pessima fama sono numerose: per gli antichi era uno sbilanciamento dell’armonia del 12, numero perfetto. Nei miti nordici, Loki era il 13° dio che portò il caos.

Nell’Ultima Cena il 13° apostolo era Giuda, che poi tradì Gesù. Specificamente in ambito di gioco, si racconta che un disperato giocatore rovinato dal vizio si suicidò alla roulette proprio sulla casella del 13. Da allora questo numero è bandito dai tavoli.

Altri numeri sventurati sono ad esempio il 17, giorno del diluvio universale, il 4 in cinese, che suona come “morte”, il 14 che in certi contesti vuol dire “devi morire”. Ogni paese ha le sue specifiche fobie numeriche.

Di contro, i numeri fortunati più gettonati sono il 7, l’8, il 10 e il 12. Il 7 è sacro in molte culture, una cifra magica. L’8 rimanda all’infinito ed è prosperità in Oriente. Il 10 è completo e perfetto, numero divino. Il 12 è la perfezione matematica secondo gli antichi. I giocatori cercano di puntare su queste cifre benedette per attirare la buona sorte.

Ovviamente, al di là delle credenze popolari, le probabilità non cambiano tra un numero e l’altro. Ma i superstiziosi giocatori d’azzardo continueranno sempre a cercare i loro magici numeri fortunati per vincere alle svariate lotterie, roulette e slot machine.

Le superstizioni dei giocatori d’azzardo: un mondo di riti scaramantici

Nel complesso e affascinante universo del gioco d’azzardo, fatto di roulette, poker, blackjack e slot machine, abbondano da sempre bizzarre superstizioni. I giocatori, nella speranza di propiziarsi la fortuna, mettono in atto gesti rituali, evitano determinate parole, vestono amuleti, venerano numeri magici.

Molte di queste usanze derivano da remote credenze religiose, leggende metropolitane, interpretazioni simboliche. Altre volte la motivazione è semplicemente ignota: sono tradizioni che si tramandano da generazioni nei casinò di tutto il mondo. Ogni giocatore ha le proprie “manie”, come sedersi sempre allo stesso posto, soffiare sui dadi, non pronunciare mai la parola “ultima”.

Anche gli oggetti rivestono un ruolo importante: la banconota da 50$ porta jella, mentre ferro di cavallo e quadrifoglio attirano la buona sorte. I numeri poi sono divisi in benedetti e maledetti, con preferenze che variano da cultura a cultura. Il 7 è magico, il 13 funesto.

Naturalmente, al di là di ogni scaramanzia, le reali probabilità matematiche non cambiano. Eppure, per quanto irrazionali, le superstizioni continueranno ad esistere finché esisterà il gioco d’azzardo, regno incontrastato di caso e fortuna. Sono parte integrante di quel mondo fatto di speranze, timori e riti apotropaici.

Coccinella Portafortuna

Coccinella Portafortuna

Domande frequenti sulle superstizioni al casinò

Perché i giocatori d’azzardo sono così superstiziosi?

I giochi d’azzardo come roulette, slot machine, etc. sono interamente basati sul caso e la fortuna. Non c’è abilità che consenta di vincere sistematicamente. Per questo i giocatori sviluppano superstizioni e rituali scaramantici nel tentativo di esercitare un qualche controllo sull’esito casuale del gioco. Le superstizioni danno l’illusione di poter “propiziare” la fortuna tramite amuleti, numeri magici, gesti apotropaici.

Qual è il numero più sfortunato al casinò?

Il numero ritenuto portatore di jella per eccellenza è il 13. La sua fama di sventura ha origini antichissime e in tutte le culture. Si racconta che alla roulette un giocatore disperato si suicidò proprio sulla casella del 13. Da allora questo numero è bandito dai tavoli da gioco. Altri numeri considerati funesti sono ad esempio il 17 e il 4.

E qual è il numero fortunato per eccellenza?

Tra i numeri più amati dai giocatori scaramantici ci sono il 7, numero sacro in molte culture, l’8 che simboleggia l’infinito e il 12, perfetto dal punto di vista matematico secondo gli antichi. Il 10 è anch’esso considerato un numero fortunato grazie alla sua completezza. Ogni giocatore ha poi le sue preferenze personali di cifre benedette.

Ci sono indumenti o oggetti che portano sfortuna al casinò?

Secondo le credenze popolari, indossare indumenti di colore viola o accettare banconote da 50$ porta male, così come avere con sé ombrelli o valigie che rischiano di far inciampare. La superstizione impone di evitare tutti questi oggetti “sfortunati”.

E quali sono invece gli amuleti da tenere sempre con sé?

I classici portafortuna da conservare nel portafogli o in tasca sono ferro di cavallo, quadrifoglio, cornetti e corniolini rossi. Molto gettonati anche dadi e copie miniaturizzate di slot machine come ciondoli. Ogni giocatore ha il suo personale portafortuna preferito, la cui efficacia è puramente scaramantica.

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
Comparatore Casino

Senza deposito: 5000€ Salva il Bottino


Con deposito: 5000€ Salva il Bottino + fino a 250€ in bonus benvenuto

Senza deposito:Welcome Bonus 100% fino a 5000€ Con deposito:Welcome Bonus 100% fino a 5000€

Senza deposito: 100 Free Spin + 100€ Bonus


Con deposito: 200% primo deposito fino a 1000€

Senza deposito: 100 Giri Gratis + 100€ Fun Bonus


Con deposito: 100% primo deposito fino a 900€ Fun Bonus

Senza deposito: 200€ Gratis


Con deposito: Fino a €800 di bonus gratuito con deposito minino di 20€

Senza deposito: 50 Giri Gratis


Con deposito: 100% fino a 1000€ + 50 free Spin

© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org