L’ex fidanzata di Duhamel resterà in carcere

L’ex fidanzata di Jonathan Duhamel, accusata di essere la mente della rapina a casa dell’ex campione delle WSOP 2010, rimarrà dietro le sbarre per tutta la durata del processo. A stabilirlo è stato il giudice della Corte del Quebec.

L’ex fidanzata di Jonathan Duhamel, accusata di essere la mente della rapina a casa dell’ex campione delle WSOP 2010, rimarrà dietro le sbarre per tutta la durata del processo. A stabilirlo è stato il giudice della Corte del Quebec.


Bianca Rojas-Latraverse, questo il nome dell'ex fidanzata accusata di aver pianificato la rapina a casa di Jonathan Duhamel questo natale, non gli sarà concessa l’uscita su cauzione e dovrà rimanere in carcere per tutta la durata del processo, che si terrà presso il tribunale del Quebec.

L’ex ragazza di Duhamel è stata arrestata, come già sappiamo, pochi giorni dopo il malefatto, assieme ad altri due complici e un quarto uomo trovato in possesso di un orologio Rolex rubato appunto durante il colpo.

Rojas-Latraverse d'altronde, grazie alla sua breve relazione con il campione canadese, era a conoscenza di tutti i luoghi della casa, compreso il nascondiglio dove era riposto il braccialetto WSOP, per questo ha potuto pianificare il colpo senza troppi problemi.
 

Jonathan Duhamel campione Wsop Main Event 2010Ora i tre malviventi, Rojas-Latraverse, Anthony Bourque e John Clark, sono apparsi in tribunale non più di 48 ore fa davanti al giudice Pierre Belisle, che ha espresso le prime sentenze.

Il 20enne Anthony Bourque, descritto come un ragazzo normale dal suo avvocato, potrà essere libero su cauzione pagando cinque mila dollari, ma dovrà stare sotto lo stesso tetto del padre fino a quando non dovrà comparire di nuovo in tribunale.

Dovrà invece rimanere dietro le sbarre John Clarke, che il giudice ha descritto come “un alcolizzato”, che traerrebbe solo un beneficio da un soggiorno in carcere durante tutta la durata del processo.

Stessa sorte per Rojas-Latraverse, a cui è stata negata la cauzione, che il giudice Belisle ha descritto così: “Il crimine è stato atroce, pianificato, strutturato e commesso a sangue freddo. Lei ha approfittato del suo rapporto con Duhamel per preparare il piano. Lei sapeva le mosse di Duhamel, era a conoscenza di quando il suo ex fidanzato fosse stato fuori casa. Come cospiratore deve assumersi la responsabilità delle sue azioni“.

Tutti e tre si trovano ora ad affrontare diverse gravi accuse, tra cui scasso, rapina a mano armata e aggressione.

Discuti questa e tutte le altre news sul Forum di PokerItaliaWeb. CLICCA QUI e lascia il tuo commento.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org