2012 senza poker online per gli USA: parola di Burton

 

Il poker USA, fermo da aprile 2011, non sembra in grado di ripartire e dopo le tante voci ottimistiche circa un suo ritorno durante il 2012, iniziano a serpeggiare le prime tesi pessimistiche. Una fra queste appartiene a Earl Burton.

Home » Poker Live » Poker Estero » 2012 senza poker online per gli USA: parola di Burton

 

Il poker USA, fermo da aprile 2011, non sembra in grado di ripartire e dopo le tante voci ottimistiche circa un suo ritorno durante il 2012, iniziano a serpeggiare le prime tesi pessimistiche. Una fra queste appartiene a Earl Burton.

 

Il 2012 dovrebbe essere l’anno della definitiva regolamentazione del poker online sul suolo americano; almeno secondo le attese o, più realisticamente, le speranze dei giocatori statunitensi. Se n’è fatto un gran parlare da quando con il Black Friday i server delle più grosse poker room mondiali hanno abbandonato gli USA rispettando l’UIGEA, la legge che imponeva il blocco ignorata per anni.

 

Tra i tanti ottimisti iniziano a sollevarsi anche alcune voci ben meno fiduciose che basteranno i prossimi dodici mesi per ritornare a giocare; in paticolare è Earl Burton a esprimere non poche perplessità in un articolo apparso quest’oggi sulle pagine di PokerNewsDaily.

 

I punti fondamentali delle congetture di Burton ruotano attorno alle elezioni del presidente, alle pressioni delle lobby di potere dei casinò terrestri e, non da ultimo, le possibili rimostranze dei giocatori nei confronti dell’unico disegno di legge sinora disponibile – quello di Joe Barton per intenderci – che sarebbe un ulteriore inasprimento dell’UIGEA mai digerita dai pokeristi statunitensi.

 

Non credo serva commentare questi motivi, sufficientemente lampanti si per sé e tutti estremamente condivisibili. Rimane tuttavia intatto lo stupore circa l’incapacità USA di andare oltre alle lobby economiche e alle difficoltà burocratiche. Il ritardo, oltre naturalmente a danneggiare i cittadini così privati di un’attività sia ludica sia lavorativa, rappresenta un enorme spreco economico che gli Stati Uniti non sembrano potersi permettere. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin